Valencia, Lorenzo iridato: “Bravi Marquez e Pedrosa”

Dopo il GP di Valencia che lo ha incornato Campione del Mondo MotoGP 2015, Lorenzo ‘ringrazia’ i connazionali della Honda

Il GP de La Comunitat Valenciana di oggi ha infine incoronato Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) Campione del Mondo della MotoGP 2015, ma anche se il verdetto della pista gli ha attribuito il terzo titolo iridato nella Premier Class (5° complessivo per lui con i due conquistati in 250), c’é da scommettere che invece poco farà per contenere le polemiche che già non sono mancate dal precedente GP di Malesia.

Sono infatti in molti a sospettare che tra Lorenzo ed il connazionale Marc Marquez (Honda Repsol) ci sia stato un qualche genere di ‘tacito patto‘ per favorire il maiorchino nella rincorsa al titolo ai danni di Valentino Rossi, compagno di box dello stesso Lorenzo, e lo svolgimento della gara di oggi ha fatto sicuramente poco per fugare questi sospetti.

Movistar Yamaha MotoGP's Spanish rider Jorge Lorenzo (R) and Repsol Honda Team's Spanish rider Marc Marquez ride during the MotoGP motorcycling race at the Valencia Grand Prix at Ricardo Tormo racetrack in Cheste, near Valencia on November 8, 2015. AFP PHOTO/ JOSE JORDAN        (Photo credit should read JOSE JORDAN/AFP/Getty Images)

E le dichiarazioni rilasciate dal nuovo Campione del Mondo della MotoGP a Sky Sport dopo la fine della corsa non potranno che rinfocolare ulteriormente le polemiche: lo spagnolo, infatti, ha indirettamente ringraziato gli alfieri di Honda Repsol, Marquez e Dani Pedrosa, per non averlo ostacolato nella conquista della vittoria di oggi. queste le sue parole:

“La parte più difficile dalla gara è stato vedere Pedrosa avvicinarsi moltissimo. Pensavo che avrei corso il rischio di finire terzo e perdere il Mondiale, però alla fine, loro sicuramente capendo che mi giocavo moltissimo, magari in un altro tipo di gara loro potevano rischiare di più e sorpassarmi. Invece sono stati molto bravi perché il titolo rimanesse in Spagna (…) Provo sempre a essere sincero, la verità è che ho fatto una gara in cui ho dato il massimo sempre, però sinceramente oggi le Honda, era molto difficile mantenere sempre la concentrazione e stare davanti a loro. Loro sono spagnoli come me e sapevano quello che mi giocavo, questo mi ha beneficiato perché magari senza quel piccolo aiuto, magari Valentino che ha fatto una grande gara rimontando dall’ultimo al quarto posto, poteva vincere il Campionato. Allora questo titolo è mio, è nostro, ma anche della Spagna.”

Movistar Yamaha MotoGP's Spanish rider Jorge Lorenzo (L) Repsol Honda Team's Spanish rider Dani Pedrosa and Repsol Honda Team's Spanish rider Marc Marquez (R)  ride during the MotoGP motorcycling race at the Valencia Grand Prix at Ricardo Tormo racetrack in Cheste, near Valencia on November 8, 2015. AFP PHOTO/ JOSE JORDAN        (Photo credit should read JOSE JORDAN/AFP/Getty Images)

Alla specifica domanda in merito a un presunto ‘trattamento rispettoso‘ da parte degli altri piloti spagnoli per non infastidirlo nella lotta per il Mondiale, Lorenzo ha risposto:

“Non lo so, non ho visto la gara da fuori, però penso sia stato così. Ed è stato molto difficile perché la mia gomma dietro era distrutta nel lato destro ed era molto difficile mantenermi sopra la moto negli ultimi giri. (…) Ho avuto paura perché non vedevo quanti giri mancavano alla fine e finalmente ho passato l’ultima curva e ho visto la bandiera a scacchi. (…) Sinceramente ho tirato tutta la gara, dalla prima curva all’ultima. Non vedevo molto nella lavagna e nemmeno i giri che mancavano. Ho spinto al massimo, ho visto qualche volta la distanza che avevo da Marquez e da Pedrosa, però era poco, molto poco.”

Movistar Yamaha's Spanish rider Jorge Lorenzo celebrates winning the race and the 2015 MotoGP world championship tiltle after the MotoGP motorcycling race at the Valencia Grand Prix at Ricardo Tormo racetrack in Cheste, near Valencia on November 8, 2015. AFP PHOTO/ JAVIER SORIANO        (Photo credit should read JAVIER SORIANO/AFP/Getty Images)

Ultime notizie su MotoGP

Tutto su MotoGP →