Alessandro Botturi vince il Merzouga Rally 2015

Bellissima vittoria per Alessandro Botturi al Merzouga Rally 2015, dove il nostro "Bottu" ha lottato contro agguerriti veterani del deserto, come Farres, Svitko e Laia Sanz!

Intensa e soddisfacente l'ultima tappa del Merzouga Rally 2015, il raid nel deserto che ha visto trionfare quest'anno il nostro Alessandro Botturi, in sella alla YZ 450 F del Team Yamaha Racing. Il "Bottu" ha dovuto lottare contro piloti del calibro di Farres e Svitko, che si sono aggiudicati rispettivamente gli altri due gradini del podio.

In quarta e quinta posizione, Oliver Pain e la mitica Laia Sanz. La quinta tappa era caratterizzata da un totale di 162 km, con due giri di un anello di 37,5 km nelle dune dell’Erg Chebbi, proprio nel cuore del deserto di Merzouga. La tappa è stata vinta da Adrien van Beveren, mentre a Botturi bastava dominare la classifica amministrando il vantaggio su Farres e Svitko.

Tra i partecipanti, anche un "avventuroso" Carlos Checa che, dai cordoli della WSBK, è passato alle dune del deserto insieme al Team Beta Boano. Il pilota spagnolo però, ha dovuto abbandonare la competizione durante la 4a tappa dopo una brutta caduta che, fortunatamente, non gli ha causato grossi danni.

Alessandro Botturi (Yamaha Racing):

“Sono veramente contento di questo risultato. Questa mattina nella liaison ho avuto un problema con un cavo elettrico, ma fortunatamente sono riuscito a risolverlo. Sono partito un po’ nervoso, ma poi tutto è andato per il meglio. Nel primo giro sono stato con Gerard e Stefan per amministrare il vantaggio, poi ho spinto troppo su una duna e si è spenta la moto. Fortunatamente sono ripartito e questa vittoria è una grande soddisfazione anche per il Team Yamaha Racing. Congratulazioni a Edo Mossi per l’organizzazione impeccabile! Il Merzouga è stata un’ottima preparazione per la Dakar. So di non avere il ritmo di Barreda o Walkner, ma non sono lontanissimo. Farò una gara di attesa. Sono pronto”.

Gerard Farres:

“Mi sono divertito moltissimo ed è stata sorta di prova generale per il nostro team Himoinsa Racing. Affronto la Dakar con una moto nuova e un nuovo team, quindi è stato perfetto”.

Stefan Svitko:

“Ho particolarmente apprezzato la navigazione del MR, più impegnativa della Dakar! É stato un peccato aver preso 6 minuti di penalità che mi sono costati il primo posto del podio. Sono comunque molto contento, è stata un’ottima preparazione per la Dakar!”.

Laia Sanz:

“Le ultime due tappe sono state superlative, in particolare la 4° speciale: più di 200 km navigati che richiedevano un’attenzione costante. I primi due giorni ero ancora un po’ stanca per l’Enduro di Francia e il rally precedente. Poi ho ripreso il ritmo e mi sono davvero divertita. È stato un ottimo training per la Dakar”.

Carlos Checa (Dirt racing e Boano):

“Sono venuto per godermi il deserto e questa nuova disciplina senza la pressione del risultato. Mi sono divertito ed è stata una bellissima esperienza. La navigazione era molto tecnica, ma i paesaggi veramente incredibili”.

  • shares
  • Mail