SBK Jerez 2015, Tom Sykes: poco feeling sull'anteriore

Un primo ed un quinto posto per Tom Sykes sono il bottino che il numero 66 della Kawasaki si porta a casa dopo il round di jerez, dove le cose sarebbero potute andare meglio senza un errore di scelta dell'anteriore.

hi_r11_jerez_sykes_gb40411.jpg

I riflettori a Jerez sono stati ovviamente tutti puntati su Jonathan Rea che, conquistando il titolo mondiale SBK 2015 nella giornata paradossalmente per lui peggiore di tutta la stagione (due quarti posti), ha oscurato i due successi di manche di Tom Sykes e Chaz Davies.

La vittoria in Gara1 del numero 66 in particolare, ha dato un apporto fondamentale per la conquista, da parte della Kawasaki, anche del titolo costruttori, il primo della storia in questa categoria, per la casa di Akashi.

hi_r11_jerez_sykes_dsc7562.jpg

L'inglese di Huddersfield, attualmente in lotta con Davies per la piazza d'onore nel mondiale, è forse il maggiore artefice della competitività della ZX-10R, dal momento che è nel team in verde dalla stagione 2010 e la Ninja l'ha principalmente sviluppata lui. Queste le dichiarazioni di Sykes dopo le due manche sul tracciato iberico:

“Complessivamente posso considerarmi soddisfatto, dal momento che su questo circuito non avevo mai vinto e se si guarda l'intera stagione, i risultati di oggi sono più che accettabili. Abbiamo sofferto in Gara2, dove probabilmente è stata scelta una copertura anteriore non adatta. E' stata un po' la stessa cosa nella prima manche, dove anche lì non avevo un feeling perfetto con l'anteriore, ma quando vinci in quelle condizioni, con quel margine e su una pista dove non l'avevi mai fatto prima, il tutto non può che essere soddisfacente. Penso che se avessimo scelto uno pneumatico differente, avremmo avuto un'altra moto tra le mani, in grado di competere su tutta la distanza di gara. E' molto bello essere parte di Kawasaki, che ha vinto il titolo costruttori. Ovviamente l'apporto principale in termini di punti è arrivato da Jonathan, ma credo di aver contribuito, nel corso degli anni, alla creazione dell'ambiente e del pacchetto che ha aiutato tutti ad arrivare a questo titolo marche.”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail