SBK Misano, Sykes in pole: "Sono sorpreso"

L'inglese del Kawasaki Racing Team conquista la Superpole di Misano: "Fare la Superpole-1 è stato un bene."

hi_r08_misano_sykes_gb37903.jpg

Dopo aver dovuto guadagnarsi l'accesso alla Superpole-2 tramite la sempre insidiosa Superpole-1, il britannico Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) è riuscito nell'impresa di portarsi a casa l'ambita Superpole del round di Misano Adriatico, round n°8 del Mondiale Superbike 2015 (clicca qui per orari e copertura TV del weekend).

Facendo segnare uno strepitoso 1'34.214 - nuovo record del tracciato romagnolo per la WSBK - Sykes si è imposto per 2 decimi su una concorrenza risicatissima, con Leon Haslam (Aprilia Racing Red Devils, +0.212), Davide Giugliano (Aruba Ducati Superbike, +0.228), Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team, +0.245) e la minacciosa wild-card Max Biaggi (Aprilia Racing Team, +0.249) raccolti in soli 37 millesimi.

hi_r08_misano_sykes_gb44162.jpg

Con il compagno di box e leader del Mondiale Jonathan Rea, oggi 4°, che vanta oltre 100 punti di vantaggio in campionato, per Sykes l'obiettivo principale per le gare di domani non potrà che essere quello di lottare per il gradino più alto del podio di Misano, da lui per altro conquistato due volte nel 2014. Commentando le qualifiche di oggi, l'ex-iridato ha ammesso che la partecipazione alla SP1, alla fine, ha contribuito al suo risultato:

"Sono un po' sorpreso di aver conquistato la Superpole perché non ero poi così sicuro che il mio giro fosse stato abbastanza buono. Ma lo è stato, e di questo sono felice. Ho usato una gomma da gara e poi una da qualifica per la Superpole-1, ma abbiamo dovuto fare tre giri veloci sullo stesso pneumatico anteriore. A un certo punto ho fatto un 1'34.9 con gomme da gara, ma quella gomma anteriore aveva già fatto dieci giri. Il nuovo asfalto è buono e il circuito è più veloce, c'è una migliore ondulazione in certe aree. Abbiamo lavorato bene per tutto il weekend, ma abbiamo anche provato un paio di cose che non hanno funzionato."

"Ci siamo fatti sorprendere [nelle FP3] perché non abbiamo montato un pneumatico nuovo durante le prove, per verificare le nostre prestazioni sul singolo giro veloce, ma in un certo senso è stato un bene fare la Superpole-1 perché ho potuto fare tre giri veloci in più. A questo livello ti aiuta a capire un po' meglio le cose, soprattutto con le gomme fresche."

hi_r08_misano_sykes_gb44910.jpg

  • shares
  • Mail