Civ Mugello 2015: spettacolo e grandi duelli

Il campionato segna il giro di boa sul circuito toscano con gare combattute in tutte le categorie.

Il CIV al giro di boa al Mugello non ha regalato grosse sorprese per quanto riguarda i nomi dei vincitori, ma i risultati sono stati in bilico fino all’ultimo con un grande spettacolo per il pubblico e gara combattute in tutte le categorie, a cominciare dalla SBK.

 

CIV Mugello Sbk Pirro action

Nella classe regina dominio di Pirro come da copione, ma ci ha pensato Roberto Tamburini a rendergli la vita difficile, unico in grado di tenergli testa. Il Pilota Ducati Barni Racing, dopo aver conquistato la pole era pronto a replicare una gara condotta in solitaria, ma il duello con Tamburini sulla sua Bmw Moto X Racing si è concluso solo sotto la bandiera a scacchi. Terza posizione per l’Aprilia di Andreozzi con il 4° posto di Ivan Goi. Sorpresa Schiavoni in 5° posizione e 6° posto per Sandi. Solo 16° Perotti con la sua BMW, risultato che permette a Pirro di prendere il largo in classifica generale con 100 punti davanti ad Andreozzi (p. 62) e Goi (61).

 

 

CIV Mugello Moto3 Bezzecchi podium

In Moto3 è stato Marco Bezzecchi a spuntarla sul poleman di giornata Fabio Di Giannantonio, in un duello che anche in questa categoria è andato avanti fino agli ultimi metri. Dopo una gran partenza del trio Bezzecchi, Di Giannantonio e Groppi, da metà gara in poi i due leader del campionato hanno fatto il vuoto dietro di loro. Bezzecchi è ancora in testa in campionato con 100 punti davanti a Di Giannantonio (94 p.) e Spiranelli (58 p.), caduto in gara. Buona prova di Groppi 3° al traguardo, con Montella (SIC58) che ha chiuso ai piedi del podio. Nel Trofeo NSF 250 vittoria di Ghidini, davanti a Raimondi e Bianucci.

 

 

CIV Mugello massimo Roccoli

In SS ha trionfato la MV di Massimo Roccoli che solo negli ultimi giri (con il best lap proprio all’ultima tornata) è riuscito a prendere un po’ di margine su Stefano Cruciani, secondo al traguardo e penalizzato di 5 secondi per sorpasso in regime di bandiere gialle, e retrocesso quindi in 6° posizione. La classifica finale ha visto il trionfo di Roccoli con Mercandelli (Yamaha) secondo e Bussolotti (Kawasaki) terzo. Targa da leader che resta nelle mani di Roccoli, (86 p.) davanti a Mercandelli (76 p.) con Cruciani terzo a 68 punti, tallonato da Bussolotti ad un solo punto di distanza.

 

CIV Mugello PreMoto3 2T podium

Celestino Vietti Ramus e la sua RMU proseguono la corsa verso il titolo Premoto3 250 4t, vincendo anche al Mugello. Ma Stefano Nepa non molla. Il Campione in carica ha chiuso in terza posizione nonostante un infortunio alla mano destra che non gli ha permesso di esprimersi al meglio. Secondo gradino del podio invece per l’altro pilota RMU Racing Nicholas Spinelli. Vietti Ramus conduce in classifica generale con 116 punti davanti a Nepa (93 p.) e Spinelli (84 p.). Cambio al vertice invece nella Premoto3 125 2t, con Leonardo Taccini che, dopo la doppietta di Vallelunga, trionfa anche al Mugello dopo una lunga battaglia con Serinaldi, conclusa solo al fotofinish, e conquista la targa leader scavalcando Bernardi di un solo punto. Terzo gradino del podio per Baldini.

 

CIV Mugello Sbk start

Iovino e Barani si sono aggiudicati le pole provvisorie rispettivamente della Sport 4t e 2t. Bellissima prova per il fiorentino Lorenzo Segoni che sulla pista di casa ha segnato il miglior tempo del secondo turno di qualifiche in sella alla CBR50. Il più veloce della RC 390 Cup è stato invece Aldrovandi. Per quando riguarda i trofei, oggi si è disputata la prima gara del National. Seconda vittoria stagionale per Alessandro Valia nella classe 1000, secondo Velini, terzo Festa. Massimiliano Spedale si è aggiudicato la vittoria nella classe 600 davanti a Emili e Brignoli. Nel trofeo CBR600RR pole di Bassani, davanti a Zaccone e Morreale.

 

  • shares
  • Mail