MotoGP: Hopkins recupera bene

John HopkinsDopo la brutta caduta rimediata ai test in Qatar la scorsa settimana, John Hopkins pilota ufficiale del team Rizla Suzuki, è stato visitato da medici specialisti in Inghilterra, con risultati incoraggianti.

Caduto ad una velocità superiore ai 190 km/h, ha riportato una piccola frattura al piede destro, alcune ferite ad entrambe le mani ed alcune contusioni sul corpo.

Hopper, che al momento è in Inghilterra con il fiosioterapista del team Dean Miller per seguire un programma intensivo di fisioterapia, sarà presente a Jerez con il suo team per gli ultimi test ufficiali pre-campionato ma non è ancora certa la sua partecipazione.

Il pilota anglo-americano continuerà il periodo di convalescenza nelle prossime settimane per garantire la sua partecipazione alla gara di apertura del campionato, in programma sempre in Qatar sabato 10 Marzo.

Dice Dean Miller, fisioterapista del team Rizla Suzuki: "John è stato sottoposto a nuovi esami in Inghilterra, venerdì 16 Febbraio. La frattura al dito del piede destro è stata confermata. E' stato visitato anche da un chirurgo ortopedico, specializzato in ferite su mani e polsi, ma i risultati delle lastre non hanno mostrato alcuna comlplicazione. Siamo preoccupati soprattutto per le ferite che ha riportato su quasi tutto il corpo. Cercheremo di farlo recuperare nel miglior modo possibile, ed anche se sarà presente a Jerez, il nostro obiettivo sarà quello di farlo arrivare in condizioni ottimali per poter disputare la gara di apertura in Qatar".

I tifosi del grande Hopper possono ben sperare di rivederlo in azione, aggressivo come sempre, già dalla prima gara del mondiale in programma il 10 marzo prossimo sul circuito di Losail, in Qatar.

via | Rizla Suzuki MotoGP

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: