Casey Stoner duro su Rossi: "In Ducati non si è impegnato abbastanza"

MotoGP 2012 - Mugello - Box e Paddock

Il Campione del Mondo in carica della MotoGP, l'australiano Casey Stoner, ha deciso di rendere ancora più pepata la vigilia del GP di Indianapolis rilasciando alcune pungenti dichiarazioni al giornale australiano Herald Sun. Con la solita schiettezza, Stoner ha criticato pesantemente Valentino Rossi per la sua decisione di abbandonare la Ducati e ritornare alla Yamaha nella prossima stagione.

Stoner, che con Ducati ha vinto il primo dei suoi due titoli mondiali nel 2007 (finora l'unico successo di Borgo Panigale nella classe regina del Motomondiale), accusa Rossi di non aver profuso lo sforzo necessario per trovare davvero il limite con la Ducati, criticandolo anche per le sue affermazioni secondo le quali - insieme con lo storico capo-meccanico Jeremy Burgess - avrebbe facilmente trasformato la Desmosedici in una moto su cui chiunque avrebbe potuto vincere.

Nel particolare, secondo quanto riportato dall'agenzia stampa australiana AAP, Stoner avrebbe detto: "Hanno iniziato ha rimangiarsi le loro stesse parole sin dal primo giorno. Jerry [Burgess] diceva che gli sarebbero bastati 80 secondi per sistemare quella moto, che si trattava di una questione semplice, e adesso che hanno avuto quasi due anni di tempo io continuo a non vedere nessuna svolta. Valentino ovviamente non vuole spingere fino al limite guidando una moto che non è perfetta, lo ha ammesso lui stesso. E' chiaro che non ci mette molto impegno con la Ducati." Leggi le altre dichiarazioni di Stoner dopo il 'continua'.

MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca

Stoner è particolarmente caustico nei confronti del pilota di Tavullia, con cui i rapporti non sono mai stati idilliaci: "Mi dispiace davvero molto per la Ducati che Valentino sia andato lì senza combinare nulla tranne che lamentarsi della moto per quasi due anni. Il numero di volte che quel ragazzo [Rossi] ha dovuto rimangiarsi le sue stesse parole è tutt'altro che divertente, ma la gente continua a perdonarlo."

UPDATE: Altre dichiarazioni dello stesso tenore sono state poi riportate anche dall'inglese MCN: "Valentino ha ottenuto il suo miglior risultato in condizioni di asciutto praticamente alla sua prima gara con la Ducati, presumibilmente con alcune lesioni della spalla, e da allora io non ho visto alcun miglioramento nel corso degli ultimi due anni, il che è davvero deludente. E' deludente soprattutto per loro [Ducati] che stanno facendo tutto ciò che possono mentre lui [Rossi] non sta nemmeno cercando di ottenere il meglio da essa."

"Ci sono alcuni piloti in questo paddock che considerano se stessi dei collaudatori in grado di condurre un costruttore nella giusta direzione - ha proseguito Stoner - e Valentino ha sicuramente dimostrato che questo non è certo il suo caso con la Ducati. Mi sembra semplicemente ovvio che lui ha bisogno di una moto estremamente buona per essere in grado di vincere."

"E' ormai palese che [Rossi] non può vincere con la Ducati, nè può renderla competitiva, e così si è messo alla ricerca di una via d'uscita. Ha detto che voleva finire la sua carriera con loro, e ora vuole abbandonare la nave. Visto che aveva messo la scritta 'Restiamo Uniti' - ironizza Stoner in riferimento al casco speciale usato da rossi al Mugello - sarebbe dovuto rimanere". Nel suo primo stint con Yamaha dal 2004 al 2010, Rossi ha vinto 46 gare e quattro titoli mondiali.

MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca

  • shares
  • Mail
221 commenti Aggiorna
Ordina: