Valentino Rossi: "Un grande peccato non riuscire a essere competitivo con la Ducati"

MotoGP 2012 - Silverstone - Box e Paddock

Per Valentino Rossi ed il Ducati Team, il GP di Indianapolis rappresenterà anche il primo incontro con taccuini e telecamere dopo l'ufficializzazione del divorzio tra la due parti al termine della stagione. In vista dell'inevitabile pioggia di domande sull'argomento, nè Rossi nè la squadra hanno per ora fatto alcun commento diretto sull'annuncio del trasferimento, risalente ormai alla scorsa settimana, preferendo concentrarsi sull'imminente GP e sulla rimanente parte della stagione.

"Questi giorni di sosta sono serviti a prendere delle decisioni importanti sul futuro - ha ammesso Rossi nelle usuali dichiarazioni pre gara - ma adesso voglio tornare a pensare solo alle gare che abbiamo davanti, perché vogliamo migliorare e, durante il fine settimana, è importante rimanere concentrati sul quello che c’è da fare in pista. Indianapolis non è uno dei circuiti che mi piacciono di più in assoluto, anche se una volta comunque vi ho vinto. E’ una pista strana perché è una di quelle in cui si gira in senso inverso a quello originale e quindi il raggio di molte curve è particolare. Un tracciato un po' insidioso ma noi vogliamo fare il massimo per far bene e divertici".

Nel pomeriggio tuttavia, Rossi aveva rilasciato qualche commento meno 'informale' sul trasferimento, dichiarando tramite il suo account Twitter che "È stato un grande peccato non riuscire a essere competitivo con la Ducati, sarebbe stata una bella soddisfazione per me e per tutti i ragazzi che hanno lavorato con me e ci proveranno fino alla fine. E poi sarebbe stato divertente per tutti i nostri tifosi. Mi dispiace." Rossi ha poi aggiunto "Comunque mancano ancora 8 GP alla fine, lavoreremo al massimo per fare qualche bella gara. Ciao a tutti, ci sentiamo da Indy". Leggi le dichiarazioni di Nicky Hayden e del team manager Vittoriano Guareschi dopo il 'continua'.

MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca

Laguna è divertente - ha dichiarato Hayden - ma Indy è davvero la mia gara di casa, che sta appena al di là del confine, in Kentucky. Speriamo di fare un buon risultato. Tre settimane fa abbiamo fatto più fatica del previsto ma questa è una pista diversa, più veloce e con più opportunità di aprire il gas. Sarà divertente guidare qui con le 1000 e penso che anche al pubblico americano piacerà vedere queste moto in azione. L’anno scorso le gomme sono state un fattore cruciale ma speriamo che quest’anno l’asfalto sia migliore. Vorrei essere competitivo subito perché se non otterrò il miglior risultato stagionale per me sarà una grande delusione”.

Anche Vittoriano Guareschi, Team Manager del Ducati Team, sceglie di rimanere concentrato sugli impegni più imminenti: "L’ultimo mese è stato molto intenso per tutti ma adesso le cose sono più chiare e possiamo concentrarci sul lavoro in pista per continuare a far crescere la nostra moto, perché Vale e Nicky possano finire la stagione in crescendo. Indianapolis è una pista insidiosa ricavata all’interno del famoso catino della 500 miglia e che per questo presenta diversi tipi di asfalto, una condizione molto stressante per le gomme. Sarà importante trovare un assetto che permette di sfruttare al meglio le caratteristiche della gomma dura che, molto probabilmente, sarà quella da usare”.

MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca
MotoGP 2012 - GP Laguna Seca

  • shares
  • Mail
158 commenti Aggiorna
Ordina: