Eicma 2006: Terra Modena 198

Terra Modena 198


Terra Modena 198 è una delle moto che più di altre è riuscita ad attirare la mia attenzione. Una moto monocilindrica di alta tecnologia, potente, adatta alla strada e alla pista e con quanto di meglio si possa desiderare per la raffinatezza dei materiali e la qualità dei componenti.

Sono a guardarla si capisce che è un mix di componentistica di altissimo e pregiato livello. Tecnologia e design sono frutto della tradizione motoristica italiana.

Sospensioni Ohlins, freni Brembo da Superbike, cerchi Marchesini, impianto di scarico progettato dalla Hpe Only Competition che ha sviluppato i collettori ed i silenziatori lavorando fianco a fianco con gli ingegneri di Terra Modena. L’impianto è omologato Euro 3 prima moto monocilindrica di alte prestazioni ad avere ottenuto questa certificazione. Come dire? Un motore da prestazioni estreme, ma ecocompatibile.

Il cuore della Terra Modena è un monocilindrico leggero, potente, grintoso e privo di vibrazioni, ma sopratutto fluido nell’erogazione.

Se state pensando, perchè Terra Modena e perchè 198, vi riporto le risposte dalla cartella stampa.


Terra Modena 198


Perchè Terra Modena: è un’azienda nuova, che ha nell’innovazione, nella tecnologia, e nello stile la sua ragione di esistere: un’azienda fatta da uomini di “scuola” Ferrari che provengono dal mondo dell’auto e della Formula 1.

Un’azienda che ha aggregato competenze, intelligenze e tecnologie che caratterizzano il tessuto industriale, ma non solo, anche la storia e la cultura delle province di Modena e Reggio. L’idea all’origine di tutto: con le tecnologie oggi disponibili è possibile progettare e realizzare un monocilindrico leggero, potente, senza vibrazioni, fluido nell’erogazione; divertente per chi vuol passeggiare, grintoso per chi ha in mente che sono le curve, e non i rettilinei, le risorse della guida.


Terra Modena 198


Perchè 198: 1 sta per monocilindrico, 98 per l’alesaggio. La 198 va descritta e scoperta poco a poco, come in una visita guidata. Iniziamo dal cuore: un motore 450cc, con un contralbero efficiente che annulla le vibrazioni, 2 assi a cammes in testa e 4 valvole in titanio. L’albero motore è componibile, il pistone è forgiato in alluminio con un segmento ed un raschiaolio: la biella non ha bronzine, ma un cuscinetto a rulli. La canna del cilindro ha un riporto in Nikasil, lo spinotto ha il trattamento DLC - una deposizione sotto vuoto di carbonio amorfo per aumentare la durezza e la scorrevolezza del pezzo.

Tecnologia da Formula 1 e non poteva essere altrimenti: il progetto del motore è stato firmato dall’ingegner Piero Ferrari e dai tecnici della High Performance Engineering di Modena.


Terra Modena 198


La lubrificazione ha una pompa di mandata e due di recupero. La distribuzione è a ingranaggi: una tecnologia raffinata che ricorda le unicità costruttive degli orologi IWC di Schaffhausen, non a caso sponsor di Terra Modena. I “mastri emiliani del motori” ed i “mastri orologiai svizzeri” uniti dalla stessa cultura dell’ingegneria meccanica estrema tesa ad ottenere prestazioni assolute. Veniamo ora ai numeri di questa moto.


Terra Modena 198


CARATTERISTICHE TECNICHE

MOTORE: a 4 tempi monocilindrico, raffreddato a liquido, alesaggio e corsa 98x59,6, cilindrata 449,6, rapporto di compressione 13:1, distribuzione a doppio albero a camme in testa con 4 valvole in titanio, distribuzione a cascata di ingranaggi, lubrificazione separata con una pompa di mandata e due di recupero.

ALIMENTAZIONE: a iniezione indiretta, diametro dei corpi farfallati 48 mm, capacità serbatoio carburante 8,5 litri di cui 1 di riserva.

ACCENSIONE: elettronica digitale.

IMPIANTO ELETTRICO: batteria 12V - 9Ah.

FRIZIONE: a dischi multipli a bagno d’olio a comando idraulico.

CAMBIO: a 6 marce.

SOSPENSIONI: anteriore forcella Ohlins rovesciata con steli da 46 mm regolabile in estensione, compressione e pre-carico; posteriore forcellone oscillante, monoammortizzatore Ohlins tipo PDS da 46 mm con serbatoio di gas inerte e pistone separatore.


Terra Modena 198


CERCHI: Marchesini, in alluminio forgiato: anteriore 3.5”x17”; posteriore 5.5”x17”.

PNEUMATICI: Dunlop Sportmax D 270, anteriore 120/70 ZR17; posteriore 160/60 ZR17.

FRENI: Brembo, anteriore disco flottante da 320 mm e pinza radiale a 4 pistoncini; posteriore disco fisso di 220 mm con pinza flottante a 1 pistoncino.

DIMENSIONI E PESO: lunghezza 2150 mm; larghezza 830 mm; altezza 1185 mm (senza specchietti);

interasse 1048 mm; altezza sella 890 mm; altezza minima da terra 260 mm; angolo di sterzo 26°; peso minimo in ordine di marcia (senza carburante) 120 kg.


Terra Modena 198


Maggiori informazioni sul sito www.terramodena.com

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: