La Ducati a Motegi per vincere




Dopo la sfortunata trasferta di Phillip Island, il mondiale piloti sembra essere sfuggito definitivamente dalle mani di Loris Capirossi distaccato di ben 45 punti da Nicky Hayden a soli tre GP dal termine.
Le condizioni meteo hanno penalizzato la Ducati che sull'asciutto aveva realizzato tempi di tutto rispetto.Il quinto posto finale di Sete Gibernau non può soddisfare gli uomini di Borgo Panigale pronti alla rivincita domenica prossima in quel di Motegi.

Carico come sempre Capirossi, memore del trionfo dello scorso anno davanti ad un ottimo Biaggi, suggellato dalla tripletta pole-vittoria-giro veloce: "Il Giappone è stata un'esperienza incredibile, un risultato davvero fantastico per tutte le persone coinvolte in questo progetto. Guardando allo scorso anno, posso dire che quella di Motegi è stata una delle gare più facili perché la nostra moto e le nostre gomme lavoravano davvero bene su quel tracciato. Li occorre molta potenza per uscire bene delle curve lente e il motore Ducati ne ha sempre avuta in abbondanza. Motegi è anche la gara di casa della Bridgestone, quindi vogliamo dare il massimo per regalare loro un altro buon risultato."

"Affamato" di vittoria Sete Gibernau. Il centauro catalano non vince da troppo tempo, e alle sconfitte, si sa, non ci si abitua mai soprattutto per chi come lui è abituato a regalare forti emozioni ai propri tifosi: "Non vedo l'ora di essere a Motegi: voglio vincere e sento che ci siamo vicini. Ducati e Bridgestone sono una coppia favolosa in Giappone, quindi stavolta spero di ‘digerire' meglio la pista che non e' una delle mie preferite. Spero che il team mi dia una mano per trovare un buon passo per la gara. In fine dei conti, ho anche fatto delle discrete gare a Motegi e una volta ho lottato per il podio: mi manca solo un risultato di rilievo".

Nel frattempo il rinnovo per Sete appare sempre più lontano e Melandri attende...

via | Ducati

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: