Andrew Pitt annuncia il ritiro

Andrew Pitt, Campione del Mondo Supersport 2008

Andrew Pitt, due volte Campione del Mondo Supersport , nel 2001 e nel 2008 (vedi foto), ha annunciato il ritiro dalle competizioni. Il pilota 35enne di Kempsey, New South Wales (Australia) ha chiude la carriera dopo 15 anni di corse di cui 10 nelle competizioni mondiali. Ha corso per l'ultima volta in pista nel mondo SBK in occasione del round di Valencia 2010, schierato dal Team Reitwagen BMW, prima che la formazione austriaca optasse per il ritiro, a causa della mancanza di budget per affrontare i restanti eventi in calendario. Nonostante il ritiro dalle corse, Pitt ha l'intenzione di restare a contatto con il mondo delle due ruote in altre mansioni e ruoli.

Pitt aveva già disputato due stagioni complete nel Mondiale Superbike, nel 2005 e 2006, assieme al Team ufficiale Yamaha Motor Italia WSB, concluse rispettivamente all'ottavo ed al quinto posto in classifica. Proprio nel 2006, Andrew Pitt ottenne inoltre una vittoria (Misano gara 1) e tre terzi posti (Losail gara 1, Brands Hatch gara 2 ed Imola gara 1). Ma, come già anticipato, le soddisfazioni maggiori sono arrivate dal Mondiale Supersport: cinque stagioni disputate a tempo pieno, due titoli piloti (2001 con Kawasaki Racing e 2008 assieme ad HANNspree Ten Kate Honda) e sette vittorie di gara.

"Quando sono arrivato per la prima volta in Europa, nel 2000, non avrei mai immaginato che avrei trascorso 11 stagioni di livello mondiale. - ha dichiarato Pitt - E' stato davvero bello ed ho accumulato un sacco di bei ricordi, assieme ad alcuni molto dolorosi, lungo la via. L'aver vinto dei titoli mondiali è qualcosa che resterà sempre con me e che mai dimenticherò. E' stato incredibile l'aver potuto guidare alcune delle migliori moto di questo pianeta."

Andrew Pitt, Campione del Mondo Supersport 2008
Andrew Pitt, Campione del Mondo Supersport 2008
Andrew Pitt, Campione del Mondo Supersport 2008
Andrew Pitt, Campione del Mondo Supersport 2008

"Mi mancheranno i bei tempi nei quali potevo salire sul podio, ma continuerò ad andare in moto per eventuali compiti da tester o da allenatore, inoltre porterò avanti il mio impegno nel magazine ed a livello televisivo. Voglio restare nel mondo del motociclismo e ho sempre la stessa passione per le moto di quando avevo dieci anni." ha aggiunto il pilota australiano

"Vorrei fare un ringraziamento speciale", - conclude Pitt - "in primo luogo ai miei sostenitori, i quali mi sono stati vicini nei momenti felici e nelle avversità. Un grazie enorme va anche alla mia famiglia, in particolar modo a mio padre Carl, che c'è sempre stato e mi ha sempre sostenuto. Grazie agli sponsor, ai meccanici, ai medici, ai volontari, ai giornalisti ed a tutti gli addetti ai lavori che mi hanno aiutato negli anni."

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: