SBK, Sylvain Barrier: "mi auguro di esserci a Jerez"

Sylvain Barrier intervistato da WorldSBK fa il punto sul suo stato di saluto e sulla data del rientro prevista per Jerez e su Iddon...

Sylvain Barrier a Laguna Seca

Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia Superbike Team), caduto rovinosamente in gara 2 a Laguna Seca dopo il contatto con Christian Iddon (Team Bimota Alstare) è stato operato venerdì scorso presso la Clinique du Parc di Lione.

Il francese se l’era cavata con una frattura al talo (osso breve del piede), frattura che lo obbligherà ad assoluto riposo per qualche settimana. Per sua fortuna il Circus delle Mondiale riservato alle derivata dalla serie fa una lunga pausa. Il pilota francese è infatti molto fiducioso sulla sua presenza nel round numero 10 in programmma dal 7 al 9 settembre prossimi a Jerez de La Frontera, in Spagna. La dichiarazione dello sfortunato pilota del Team BMW Motorrad Italia Superbike rilasciata a WorldSBK.com:

“Due viti in più da oggi nel mio talo. L’operazione è durata un’ora e mezza circa e ora dovrò riposare varie settimane prima di iniziare la riabilitazione in piscina. Tra 3 o 4 settimane sarò in grado di mettermi in sella ad una moto, quindi mi auguro di esserci a Jerez!."

    LEGGI ANCHE > Barrier: “Non ho perso il controllo della moto. Iddon mi ha colpito”

Barrier ricorda perfettamente cosa è accaduto in quel di Laguna Seca.

“Ho superato Iddon all’interno all’ultima curva, ma la mia moto ha sgommato un po’ in uscita e quando è rientrato mi ha toccato sul fianco, con il mio manubrio che si è incastrato con la sua moto. Avrei potuto salvare la caduta, ma ho perso il controllo della mia BMW e sono caduto malamente. Sono stato fortunato a colpire solo il piede, è stato un momento complicato perché ho sentito tante moto passarmi vicinissimo!”

  • shares
  • Mail