Superbike: Sylvain Barrier rientra a Misano

Sylvain Barrier (Team BMW Motorrad Italia) rientre dopo un lungo stop nel round di Misano in programma il prossimo 22 giugno.

Sylvain Barrier

Sylvain Barrier è pronto al rientro nel Team BMW Motorrad Italia Superbike. Il pilota francese correrà la settima prova del Campionato Mondiale Superbike 2014 in programma il prossimo 22 giugno al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Dopo aver dovuto rinunciare a ben cinque prove del Mondiale, Barrier ha positivamente superato anche l’ultimo controllo medico durante un test privato in pista ed è stato considerato “fit to race”.

Il BMW Motorrad Italia Superbike team ha quindi annunciato il rientro ufficiale ed al contempo ringrazia Leon Camier che lo ha brillantemente sostituito, dimostrando grandi doti ed una professionalità che gli hanno consentito di ottenere ottimi risultati. La squadra italiana non riuscirà quindi a schierare una seconda S1000RR HP4 Evo. Peccato perchè qualche giorno fa il pilota britannico aveva detto:

“Il team vorrebbe tenere sia me che Sylvain. Ho molto rispetto per come si stanno comportando nei confronti di Barrier. Per il momento penso a dare il massimo e poi si vedrà”.

Seguono il commento del pilota rientrante e quello di Andrea Buzzoni - General Manager BMW Motorrad Italia.

“Sono molto contento di poter rientrare e di aver finalmente concluso il mio percorso di recupero. Mi sento bene, non vedo davvero l’ora di essere di nuovo in sella alla mia BMW S 1000 RR e di poter tornare ai massimi livelli. Misano è una pista che mi piace e che mi fa venire in mente dei bei ricordi. Spero che possa essere un weekend positivo. Vorrei ringraziare BMW Motorrad Italia e tutto il Team per avermi sostenuto e per avermi dato fiducia in questo periodo difficile. Ci tengo a ringraziare anche Leon Camier che, insieme al Team, ha svolto un grande lavoro in questi mesi ed ha dato il massimo per portare la RR sempre ai primi posti della classe EVO”.

Andrea Buzzoni:

“Bentornato a Sylvain, che sono sicuro ritroverà tutta la sua ben nota tenacia, competitività e talento. I test medici, come quelli in pista, ci confermano un percorso di recupero di successo. Vorrei ringraziare Leon Camier che, con grande professionalità e passione, ha lavorato da subito in piena sinergia con il Team, disputando 5 gare del Campionato Mondiale SBK come replacement rider. Le 4 vittorie di categoria conseguite nel campionato EVO confermano le già conosciute qualità del pilota e la competitività del pacchetto tecnico e del Team. Auguriamo a Leon un brillante futuro professionale, lo merita”.

  • shares
  • Mail