La Triumph Brazilian Bonneville di David Beckham

Una Triumph Bonneville T100 customizzata per David Beckham. Non si tratta di una personalizzazione “da bar”, bensì di attente modifiche votate all’uso off road, per realizzare un documentario unico girato dalla BBC in Amazzonia con protagonista l’ex calciatore inglese.

La Triumph Brazilian Bonneville di David Beckham, realizzata sulla base di una Bonneville T100

Calciatori e moto molto spesso non vanno molto d’accordo. Tutti i più affermati player infatti normalmente hanno tra le innumerevoli clausole dei loro contratti milionari anche il divieto di guidare una moto. Una volta appese le scarpe al chiodo però alcuni tra loro tirano fuori una passione mai sopita.

È il caso di David Beckham. Ufficialmente ritiratosi da poco, dopo 22 anni di carriera, il calciatore inglese è solo l’ultimo dei tanti VIP salito in sella a una Triumph Bonneville, dalle leggende di Hollywood come Elvis, Steve McQueen, Marlon Brando e Clint Eastwood fino ad alcune stelle dei nostri tempi come Ryan Reynolds, Bradley Cooper, George Clooney e P!nk.

La TV britannica BBC ha infatti messo in onda lunedì 9 giugno la prima di “Beckham into the Unknown”, un documentario di 90 minuti in cui David Beckham affronta assieme ad alcuni amici avventure e pericoli nel cuore della foresta amazzonica, in sella a una Triumph Bonneville customizzata, ribattezzata per l’occasione Brazilian Bonneville e realizzata in tre esemplari. La moto è stata modificata ad hoc per far fronte alle difficoltà di un viaggio che si svolge in gran parte fuori dai nastri asfaltati, su percorsi impegnativi che metterebbero in difficoltà anche molte Adventure bike.

L’obiettivo era quello di creare un mezzo che potesse adattarsi al traffico caotico di Rio, ma al tempo stesso essere agile e reattivo sui terreni più impervi della giungla remota ed essere caricato in canoa durante gli attraversamenti fluviali. Partendo da una Bonneville T100, la Brazilian Bonneville è stata approntata grazie alla collaborazione tra la casa madre e i partecipanti all’avventura, che ha preso vita tra il quartier generale Triumph di Hinckley e il nuovo stabilimento di Manaus, in Brasile.

Tra le modifiche principali l’eliminazione dei parafanghi, lo scarico alto, il manubrio più largo e gli pneumatici tassellati Metzeler Karoo. A prima vista potrebbe sembrare una Scrambler ma si tratta invece di una factory customization. Personalizzati anche sella e serbatoio, a opera di uno dei più famosi preparatori di San Paolo.

La Brazilian Bonneville è la co-protagonista di un’avventura tutta da seguire, fatta di riparazioni improvvisate in piena notte nel cuore della foresta e spostamenti sul Rio delle Amazzoni a bordo di minuscole canoe. Ma su tutte l’esperienza incredibile vissuta assieme a un’icona contemporanea, come David Beckham.

  • shares
  • Mail