James Toseland si ritira dalle corse. Infortunio al polso impossibile da recuperare

L’infortunio al polso non è recuperabile, disabilità permanente per James Toseland e ritiro dalle competizioni


James Toseland contretto a dire addio alle corse. La notizia che Toseland non avrebbe mai voluto sentire è arrivata poco fa dall’ortopedico Mike Hayton, che ha operato e curato il polso infortunato a inizio anno durante i test di Aragon. Dopo numerosi tentativi chirurgici, riabilitazione e fisioterapia, non c’è modo di ripristinare la mobilità del polso, di conseguenza il ritiro dalle competizioni è obbigatorio, con effetto immediato.

Il trentunenne pianista inglese, già due volte campione del mondo Superbike, dovrà abbandonare il team BMW Italia e la sua carriera di pilota professionista a causa di quell’infortunio già grave, peggiorato dall’ultima caduta durante il GP di Nurburgring. Continuare con le gare sarebbe dannoso e poco sicuro per lui, come ha detto lo stesso chirurgo ortopedico Hayton:

“JT ha riposto dedizione e determinazione nel recupero per avere la migliore guarigione possibile al suo polso destro. Abbiamo subito cercato di riparare il danno con l’operazione e la riabilitazione, credendo che sarebbe andato tutto per il verso giusto, ma avevamo ben chiaro che la sua intera carriera era seriamente a rischio.

Andrea Buzzoni, Project Director del BMW Motorrad Italia Superbike Team a Direttore di BMW Motorrad Italia, ha dichiarato “Sono personalmente molto dispiaciuto per il ritiro di James. Quest’anno ho avuto l’opportunità di incontrare e conoscere James ed ho potuto apprezzare non solo la sua professionalità, in un anno così difficile, ma specialmente le sue qualità umane. Voglio ringraziare James per il suo comportamento, la sua personalità trasparente, la sua cortesia e professionalità. Nelle corse ci sono molti piloti veloci, ma James unisce il talento del pilota ed una grande umanità. E’ un pilota eccellente – un campione – ed una persona molto positiva. Grazie James”.

Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring
Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring
Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring
Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring
Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring
Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring
Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring
Scatto in Corsa: la caduta di James Toseland al Nurburgring

Il suo approccio alla riabilitazione è stato esemplare e ha fatto molti progressi, ma non sono serviti per recuperare piena mobilità e continuare ad essere un top rider. Abbiamo discusso molto sul suo futuro ed ha imostrato molta professionalità, oltre che un gran talento”. Lo stesso James ha poi commentato così la sua decisione di ritirarsi dal mondo delle cometizioni:

“Il 2011 è stato un anno difficile per me e questa settimana una delle peggiori della mia vita, ma ero stato avvisato che quella caduta ad Aragon mi avrebbe potuto lasciare una disabilità permanente, ovvero che non avrei potuto correre ancora ad alti livelli. E’ stato duro sentire questo ma è meglio dare precedenza alla sicurezza mia e degli altri piloti, ho realizzato che non è giusto correre ancora come professionista con BMW Motorrad Italia, quando ci sono piloti talentuosi e in forma che aspettano un’opportunità così”

Poi conclude: “Sono estremamente fortunato ad aver avuto una carriera così lunga e piena di successi, sono grato per questo, e sono stato fortunato ad essermi sempre risollevato dagli infortuni subiti in passato anche con il supporto della mia famiglia, degli amici e dei miei fans. Ringrazio il team BMW Motorrad Italia per il supporto e la comprensione dei miei sponsor personali. Spero che trovino un sostituto degno della moto e del team, sono estremamente triste ora ma ho con me i ricordi della mia grande carriera

A volte la determinazione e la dedizione al recupero non basta per riprendere completamente controllo del proprio corpo dopo un brutto infortunio. Facciamo un in bocca al lupo grande così a James, campione, grande signore e uomo di sport, una persona che mancherà a tutto l’ambiente delle competizioni.

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →