MotoGP Test Sepang Day 2: la parola ai protagonisti

Gallery Box Test MotoGP a Sepang Day2

Conclusa la seconda giornata di test MotoGP a Sepang è ora di bilanci. Iniziamo naturalmente dai piloti che hanno letteralmente dominato la seconda giornata di test. I tre piloti del team Repsol Honda hanno portato avanti un programma di lavoro differenziato. Dani Pedrosa che ha provato una forcella modificata dalla Ohlins, in base ai commenti fatti dallo stesso pilota nel primo test. Lo spagnolo ha effettuato inoltre test di gomme per Bridgestone e provato varie messe a punto.

Casey Stoner ha provato la nuova forcella 2011, ricercando la miglior messa a punto e nel pomeriggio ha testato anche dei nuovi ammortizzatori. Andrea Dovizioso ha continuato a lavorare sul freno motore con l’obiettivo di guadagnare qualche decimo di velocità in curva e trovare più grip attraverso diverse messe a punto del telaio. Ha effettuato inoltre alcuni test di gomme per Bridgestone e prove per la frizione

Casey Stoner: “Oggi abbiamo provato diverso materiale tra cui anche la forcella 2011 e nuovi ammortizzatori, che però hanno dato del chattering. Abbiamo passato il 90 per cento della giornata su una sola moto, provando varie configurazioni, cambiando le geometrie per far lavorare la nuova forcella, ma non abbiamo trovato niente che potesse andare davvero bene. Si è trattato comunque di un lavoro necessario, da fare prima l’inizio del campionato. Sono propenso verso la ciclistica standard, ma domani faremo un’ulteriore verifica. La nuova forcella lavora molto bene in frenata e potevo fermami per affrontare la curva molto velocemente, ma crea molto chattering nella parte finale della curva. Siamo riusciti a diminuire il saltellamento, ma ci manca quel feeling che davano le altre sospensioni”.

Dani Pedrosa: "Abbiamo lavorato principalmente sulle sospensioni, provando varie parti. Questa mattina una nuova forcella ci ha dato un feeling positivo in frenata, mentre nel pomeriggio l’ammortizzatore posteriore ha migliorato il feeling con la gomma posteriore. Sono soddisfatto del lavoro fatto con Ohlins, abbiamo provato anche diversi assetti per il telaio e domani vorrei decidere cosa userò questa stagione. Entrambi i telai mi danno una sensazione positiva, adesso devo concentrarmi e prendere questa importante decisione. Dal mio debutto in MotoGP, questa stagione pre-campionato, insieme a quella del 2006, è la migliore. Ricordo che nel 2006 avevamo fatto dei test invernali molto positivi che ci hanno permesso di affrontare al meglio il campionato. In questi giorni sto provando le stesse sensazioni e sono molto fiducioso. La moto risponde be ne, certo il vero test sarà la prima gara. Credo che la Yamaha sarà più vicina di quanto non sia oggi per cui non dobbiamo abbassare la guardia”.

Andrea Dovizioso: “Rischio di ripetermi, ma sono veramente contento. Il crono di 2’00.9 fatto nei primi test era stato una sorpresa. Oggi siamo stati capaci di girare in 2’00.5, un ottimo tempo. Generalmente non sono mai molto veloce nei test, così sono soddisfatto di essere così competitivo. Oggi le condizioni della pista erano migliori, cosa abbastanza normale al secondo giorno, ma la cosa importante è che abbiamo migliorato il tempo sul giro rispetto ai primi test. Per quanto riguarda il materiale, non avevamo particolari pezzi nuovi da provare. Abbiamo lavorato su alcune cose che generalmente non abbiamo tempo di testare durante la stagione. Sono contento perché abbiamo girato con un passo regolare tutto il girono. Domani vorremmo fare una simulazione di gara, una prova importante in preparazione della gara del Qatar per capire come si comport ano le gomme e la moto sulla distanza della gara”.

Nicky Hayden: “Oggi non è stata una delle giornate più facili perché abbiamo avuto un paio di inconvenienti che ci hanno fatto perdere tempo. Avevamo pianificato di usare un set di gomme nuove negli ultimi minuti, per verificare se le modifiche provate nelle ore precedenti andassero nella direzione giusta, ma poi non abbiamo fatto l’ultima uscita perché ho avuto un piccolo problema al cambio. A quel punto non c’era più tempo per tornare in pista. In ogni caso abbiamo percorso 44 giri ed è stata una giornata di gran lavoro. La squadra si è impegnata davvero molto, quindi grazie a tutti i ragazzi. Siamo ancora distanti dai primi ma abbiamo ridotto molto il chattering tanto che abbiamo potuto concentraci su altri test. Domani abbiamo molte altre prove da fare grazie alle quali speriamo di fare un passo in avanti più consistente”.

Jorge Lorenzo: "E 'stato oggi giorno duro e caldo, abbiamo provato la moto di test così come la mia moto 2011 per riconfermare una serie di nuovi sviluppi. Abbiamo confermato che la direzione è quella giusta e continueremo domani con lo sviluppo. Abbiamo decisamente migliorato la trazione, anche se potremmo ancora migliorare la potenza."

Ben Spies: "Penso che abbiamo avuto una giornata veramente posotova, abbiamo provato dei telai differenzi per cercare di migliorare il grip sul posteriore e abbiamo trovato la strada giusta. Abbiamo fatto qualche long run e sono stato molto veloci con temperature elevate e questo è produttivo per il fururo. E 'un peccato che ho commesso un piccolo errore alla fine della giornata però ho credo che abbiamo guadagnato molto, soprattutto con il grip posteriore della moto"

Marco Simoncelli: "Sono molto contento perché da ieri abbiamo incrementato il ritmo e sono stato decisamente più veloce in pista. Ho girato costantemente ad un buon ritmo in 2´ 01" basso e poco più alto. Sono soddisfatto e siamo a soli 8 decimi dai primi senza aver utilizzato la gomma morbida come molti hanno fatto questa mattina con le temperature dell´asfalto migliori. Il mio miglior tempo l´ho invece realizzato con gomme dure ed in condizioni dell´asfalto molto diverse con temperature altissime. Nel corso della giornata ho fatto anche una piccola scivolatina che mi ha fatto capire che la frenata all´ultima curva la devo fare prima."

Hiroshi Aoyama: "Oggi abbiamo continuato il lavoro di ieri con prove comparative di varie parti tecniche per cercare di capire le scelte che dovremo fare per impostare la nostra stagione. Adesso abbiamo le idee più chiara sulla direzione da prendere e quindi sono contento del lavoro portato avanti e credo che altrettanto soddisfatti siano sia il Team che la Honda. Non sono molto contento del tempo sul giro ma eravamo troppo impegnati su altri problemi. Proverò domani a far meglio e sono convinto di riuscirci."

Randy De Puniet: "Non è andata come avrei desiderato. Trovo ancora un po' di difficoltà nella frenata e nell'entrata in curva. Tutte le volte che cerco di spingere il tempo sul giro si alza. Domani torneremo all'assetto di base di ieri, perché quello di oggi non è stato convincente. L'obiettivo, per domani, resta quello di migliorare il tempo e trovare il giusto assetto per l'inizio della stagione".

Loris Capirossi: "Oggi ci siamo concentrati sullo sviluppo di alcuni particolari tecnici, domani penseremo a migliorare il tempo. Abbiamo lavorato principalmente con la testa, cercando di capire quai erano gli aspetti da migliorare. Sono fiducioso, penso che nell'ultimo test di domani riusciremo a fare qualcosa di buono abbassando il nostro miglior tempo visto che fino a oggi non abbiamo utilizzato le gomme morbide."

Toni Elias: “E’ stata un’altra giornata produttiva nonostante le temperature asfissianti. A partire da ieri mi sento più a mio agio in sella come se avessi capito meglio la mia moto ma come ho già ripetuto c’è ancora molto lavoro da fare. Abbiamo rivisto la messa a punto trovando punti forti e punti deboli. Attualmente il nostro pacchetto ci consente di girare 2’02 ma il tempone non era quello che cercavamo. Piuttosto ci siamo concentrati su alcuni punti che vanno sistemati”.

  • shares
  • Mail
34 commenti Aggiorna
Ordina: