Tom Sykes in estasi a Jerez: "Le parole non possono descrivere quello che provo"

Il britannico della Kawasaki centra il suo primo titolo iridato in SBK e regala il Mondiale a Kawasaki 20 anni dopo Scott Russell: "Ho la pelle d'oca.."

SBK - Tom Sykes Season Review

La rincorsa di Tom Sykes al titolo mondiale della Superbike ha avuto il suo felice epilogo oggi pomeriggio a Jerez de La Frontera, sede dell'ultimo round del Campionato del Mondo 2013. Il 28enne di Huddersfield era arrivato all'ultimo round con un solido vantaggio di 33 punti sugli inseguitori, e per chiudere il discorso gli è bastata Gara-1, chiusa al terzo posto dietro allo scatenato Eugene Laverty (Aprilia Racing) e a Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK), che poi non avrebbe preso parte a Gara-2 per il dolore al piede infortunato.

In gara-2 Sykes ha guidato per metà corsa prima di arrendersi di nuovo a Laverty, ma con il 'bersaglio grosso' ormai centrato l'inglese si è sentito per sua stessa ammissione già sazio, e non ha dato il 100% per contrastare il feroce Laverty di oggi (mastabilendo comunque con 1’41.691 il nuovo giro veloce in gara di Jerez). L'irlandese dell'Aprilia ha poi chiuso al secondo posto in campionato, a 23 lunghezze dal nuovo Campione.

SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review

Per Sykes si è trattato naturalmente di una stagione memorabile (clicca qui per tutte le immagini più belle dell'anno), in cui ha messo conquistato 9 vittorie, 18 podi complessivi, 8 pole positions e 13 giri veloci. Considerando poi che l'anno scorso il titolo gli sfuggì per solo mezzo punto a vantaggio di Max Biaggi - allora in forze ad Aprilia Racing - il trionfo del britannico appare ancora più meritato. Queste le dichiarazioni del nuovo Campione del Mondo della Superbike a fine giornata:

"Le parole non possono descrivere quello che provo. Di solito molto equilibrato, ma dopo Magny Cours ci sono stati dei momenti in cui la mia mente ha iniziato a sognare. Mentre ci pensavo ho avuto la pelle d'oca, è stato magico anche solo sognare anche io potessi diventare campione del mondo. Ma quello è forse il 2% di quello che sento adesso, dopo aver veramente vinto il titolo. In gara-2 era mia intenzione fare bene, ma sapevo che sarebbe stato difficile fare meglio di gara-uno perchè tutta la mia energia se ne era come andata dopo la prima corsa. Speravo di essere più vicino a quelli davanti, ma non mi aspettavo di vincere. Credo che questo fosse la gara di Eugene, anche se la mia Ninja ZX-10R andava molto bene."

"Considerando tutto, devo essere molto felice oggi. Campione del mondo e podio nelle due gare, e devo dire che è stato un vero piacere correre con questi ragazzi quest'anno. E' stato un bene per il campionato che tutto si sia deciso di nuovo all'ultimo round, soprattutto su questo bellissimo circuito e con questi fans meravigliosi. La mia squadra è in gran parte spagnola, quindi è la gara di casa per loro. La vittoria del campionato non è stata ancora completamente assorbita, ma lo sarà presto, ne sono sicuro."

SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review
SBK - Tom Sykes Season Review

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: