Superbike Jerez 2013: Tony Elias comanda nella prima sessione di libere, seguono le Aprilia ufficiali

E' iniziato l'ultimo, decisivo, round del Mondiale SBK 2013: le Aprilia subito aggressive nelle prima sessione di libere, Sykes non decolla.

SBK  2013- Tony Elias, Red Devils Roma

Buone condizioni meteo a Jerez de la Frontera, dove è finita da pochi minuti la prima sessione di prove libere dell’ultimo round stagionale del Mondiale Superbike, che torna a disputarsi sul circuito andaluso dopo 23 anni di assenza. Tom Sykes (Kawasaki) è il favorito e tutti gi occhi sono puntati sul britannico che domenica potrebbe laurearsi campione per la prima volta nel mondiale delle derivate di serie. Il pilota di Huddersfield, guida la classifica generale con 411 punti seguito alla distanza da Eugene Laverty (Aprilia) con 374 punti, uno in più del compagno di squadra Sylvain Guintoli e appare ormai chiaro che Sykes che solo una manciata di punti dividono Sykes dal titolo.

Il cronometro è scattato regolarmente alle 11.45 e i piloti sono scesi immediatamente in pista per sfruttare tutti i 45 minuti a disposizione. Il primo ad aggiudicarsi un buon tempo è stato Eugene Laverty (Aprilia), che in sella alla sua RSV4 ha fatto segnare un buon 1’42.548. Sykes, uscito dai box alcuni minuti dopo ha però messo subito pressione al suo avversario, avvicinandosi progressivamente al suo tempo e staccando un 1’43 netto, anche se ci si aspetta che i tempi scendano progressivamente arrivando verso l’1’40. Dietro di loro si piazza Tony Elias (Red Devils Roma), autore di un 1’43.118, poi Guintoli e la BMW di Chaz Davies.

Ed è stato proprio Elias a chiudere in testa questa prima sessione di libere, quando negli ultimi minuti ha fatto segnare un ottimo 1'41.873: lo spagnolo è stato l'unico pilota a scendere sotto l'1'42, seguito dai due piloti ufficiali Aprilia, Marco Melandri su BMW (partito in sordina ma poi autore di una buna prestazione), a Davide Giugliano (ALthea Racing), ormai sempre più protagonista. Quattro Aprilia nei primi 5 tempi, con Sukes che non è riuscito a scendere sotto l'1'43 e deve accontentarsi del sesto crono. Brutte notizie nel frattempo per il suo compagno di team Loris Baz: il francese era stato dichiarato idoneo a correre, dopo il brutto incidente del Nurburgring, ma una volta giunto in Spagna i medici del circuito non gli hanno dato l'ok. Prossimo appuntamento alle 15.30 per la prima sessione di qualifica.

Jerez - FIM Superbike World Championship - Free Practice


1. Toni Elias (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1'41.873
2. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'42.077
3. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'42.297
4. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'42.842
5. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'42.996
6. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'43.020
7. Lorenzo Lanzi (Mesaroli Transports A.S.) Ducati 1098R 1'43.360
8. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'43.503
9. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'43.517
10. Broc Parkes (Monster Energy Yamaha - Yart) Yamaha YZF R1 1'44.001
11. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'44.135
12. Xavi Fores (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 1'44.142
13. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale 1'44.362
14. Sylvain Barrier (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'44.466
15. Michel Fabrizio (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'44.534
16. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'44.554
17. Mark Aitchison (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'44.877
18. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale 1'45.006
19. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'45.022
20. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1'46.348

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: