Valentino Rossi, promette il podio: "Tifosi, non vi deluderò"

Rossi e BurgessAttesissima la conferenza stampa pre-gara di ieri di Misano Adriatico. Al centro dell'attenzione, naturalmente, il pilota di casa ed atteso alla "prova del nove" sul circuito di casa. Stiamo naturalmente parlando di Valentino Rossi. "Qui sarà diverso da tutte le altre gare - ha scherzato Valentino - andrò a casa a farmi la doccia."

"Sarei dovuto rientrare qui - ha aggiunto Rossi - ma abbiamo fatto un buon lavoro per tornare prima, soprattutto per riprendere il feeling con la moto. Fino a qui abbiamo fatto delle gare abbastanza positive, comunque difficili. Qui dobbiamo cercare di fare un pò meglio, questa è la mia gara di casa, siamo in Italia e siamo molto vicini a Tavullia, arriveranno molti tifosi come negli ultimi anni e dovrò cercare di non deluderli. Questa è una pista dove negli ultimi anni ho vinto negli ultimi due anni. Qui la nostra moto funziona bene, vediamo."

La gara di Rossi è condizionata dalle sue condizioni fisiche. Non è ancora al 100% e il quinto posto di Brno e il quarto di Indianapolis ne sono la proma. "La spalla è ancora quella che mi dà più fastidio - ha detto Vale a riguardo - spero di non dovermi operare e sto lavorando per questo. So che che la lesione che ho mi darà fastidio per il resto della mia vita e per questo mi devo allenare spesso. Il fatto di non aver avuto il tempo di andare in palestra al ritorno da Indianapolis mi potrebbe dare ancora più fastidio. Ma sono stato comunque fortunato nelle mie cadute, soprattutto nelle tre fatte a Indy, di non essermi fatto male. Non arrivo a dire che sarò primo a tutti i costi, nonostante questa sia una gara importante per me e per i miei tifosi, non sarò pronto per fare tutta una gara al top. L'importante sarà essere veloci da domani e stare li davanti, con i primi. Se riuscirò poi a fare il podio sarò contento."

Chiudiamo con le considerazioni del Dottore su Jeremy Burgess e sul suo eventuale passaggio in Ducati: "Non so esattamente cosa faccia. Penso che sia vicino a decidere. Abbiamo parlato, ma è ancora dubbioso. Mi ha chiesto tempo per pensarci. Ha tutto il tempo che vuole. Se deciderà di stare a casa mi dispiacerà tantissimo, ma io non gli ho messo fretta. Deve decidere con calma, è una scelta di vita e se accetta saranno almeno altri due anni. Non è una questione Yamaha o Ducati ma deve sentirsela, deve avere voglia di continuare".

  • shares
  • Mail
56 commenti Aggiorna
Ordina: