MotoGP, Bridgestone: Lorenzo conquista la terza vittoria della stagione con pneumatici con mescola più morbida

Jorge Lorenzo

Qualcuno inizia a non gradire più il monogomma. Ma come, non doveva essere la panacea di tutti i mali della classe regina del Motociclismo? Forse no... qualche pilota, qualche team si è lamentato con la Casa giapponese per non seguire le indicazioni di tutti i team e di fornire solamente due mescole. Ma vediamo come ha vinto ieri la gara Jorge Lorenzo dalla nota Bridgestone.

Lorenzo ha ottenuto la terza vittoria della stagione nel Gran Premio di Gran Bretagna utilizzando la tipologia di pneumatici con mescola più morbida sia per l’anteriore sia per il posteriore. Alle spalle del vincitore, particolarmente intensa nelle fasi finali è stata la lotta per conquistare il podio. Ad avere la meglio è stato Andrea Dovizioso (Honda Repsol), giunto secondo utilizzando pneumatici con mescola più morbida sia per l’anteriore sia per il posteriore, e Ben Spies (Monster Yamaha Tech3), che ha
ottenuto il primo podio nella classe MotoGP.

I due piloti Ducati, Nicky Hayden e Casey Stoner, hanno tagliato il traguardo rispettivamente in quarta e quinta posizione. All’ultimo giro i quattro piloti di testa erano separati da meno di un secondo. Tutti i piloti hanno optato per la tipologia di pneumatico con mescola media sia per l’anteriore sia per il posteriore, con le uniche eccezioni di Nicky Hayden, Randy de Puniet e Dani Pedrosa, che per il posteriore hanno utilizzato la mescola dura.

La temperatura più elevata della pista ha reso più difficile per i piloti la scelta della tipologia di pneumatico da utilizzare in gara. Lorenzo ha stabilito il giro più veloce in gara al quarto passaggio e un ritmo veloce e consistente per l’intera durata di gara con la mescola più morbida per il posteriore, evidenziando un rendimento e una temperatura ottimali, mentre Casey Stoner ha stabilito il secondo tempo più veloce al 17° passaggio, dimostrando una buona durata della mescola più morbida per il pneumatico posteriore. Anche la mescola dura per il pneumatico posteriore ha dimostrato un buon riscaldamento, come evidenziato da Randy de Puniet, che ha stabilito il quarto tempo più veloce in gara al secondo passaggio.

Hiroshi Yasukawa – Responsabile Bridgestone Motorsport: “Abbiamo assistito ad una gara fantastica e vorrei congratularmi con Jorge e con il team Fiat Yamaha per la meritata vittoria. Sul nuovo tracciato di Silverstone abbiamo assistito a lotte ravvicinate ed emozionanti. La classe MotoGP rimane un veicolo pubblicitario e di marketing molto importante per Bridgestone e vogliamo garantire il nostro impegno per continuare a supportare questa categoria motoristica. E’ importante per noi che la Dorna e la FIM abbiano deciso di promuovere la sicurezza e la tutela dell’ambiente nei loro piani futuri”.

Tohru Ubukata – Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport: “Le condizioni della pista erano diverse rispetto alle prove libere e alle qualifiche perché le temperature erano più elevate. I nostri pneumatici con mescola media e dura per il posteriore hanno dimostrato una buona performance in termini di durata, riscaldamento e grip. L’aumento delle temperature ha reso più difficile per i team la scelta dell’assetto ottimale e della corretta tipologia di pneumatico da utilizzare in gara, perché i dati che avevano a disposizione erano stati raccolti nei giorni precedenti, quando le temperature erano più basse. Sono soddisfatto del rendimento di entrambe le mescole e delle scelte fatte per questo nuovo tracciato”.

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: