Acuto di Pedrosa. Lorenzo "vola" in classifica. Dovizioso sul podio. Scialbo Stoner


La corsa: modesta. Voto 7 - La MotoGP del GP d’Italia parla spagnolo con una gara “piatta” e spoglia (15 partenti!) ma non molto diversa dalle tre precedenti. L’assenza di Rossi accentua la crisi della categoria clou del motomondiale, ma non ne muta la sostanza.

Pedrosa: olè. Voto 10. Torero “camomillo” picchia duro con regolarità disarmante e detta legge dall’inizio alla fine con una Honda (voto 9) ballerina ma molto proficua. Quando lo spagnolo prende il volo da solo, vola e centra il bersaglio. Pensierino per il titolo?

Lorenzo: calcolatore. Voto 9 Orfano di Valentino, Jorge “maturo” punta alla sostanza, “accontentandosi” dell’argento di una piazza d’onore che vale oro per la classifica generale (90 punti). Yamaha (voto 10) perfetta.

Dovizioso
: agguerrito. Voto 8 + Perde il confronto diretto interno con Pedrosa, non regge il ritmo di Lorenzo, ma conquista un bel podio (e tre!) in casa. Pilota in crescita.

Stoner: ombra. Voto 6- Il “canguro” ha solo un guizzo finale per il quarto posto a 25 secondi da Pedrosa. Il bottino è magro e la corsa dell’australiano opaca. Il Team Ducati (voto 6 ) fa buon viso a cattiva sorte. Sorte segnata? Casey è in pista pensando … altrove.

Melandri: leoncino. Voto 8 E’ la più bella corsa del ravennate degli ultimi anni: grinta e coraggio senza paturnie. L’aria di casa fa bene.

De Puniet: tigrotto. Voto 8 – Il francese va subito lungo, ma recupera e graffia, inventa sorpassi a danno di Marco e Casey, chiude sesto davanti al campione del mondo della Sbk Spies.

Spies
: presente. Voto 7 + L’americano non delude sull’ostico e sconosciuto Mugello: conferma classe e crescita. Gli errori di … gioventù sono ancora scusabili.

Simoncelli: impaziente. Voto 6+ Si tocca subito con Espargarò ed è costretto ad allargare. Poi bel recupero e soprattutto bei tempi sul giro. Un primo raggio di sole per il cappellone romagnolo.

Hayden
: ko. Voto 4. L’americano interrompe con una nuova caduta la fase di crescita con la Ducati. Un passo avanti,k due passi indietro?

Capirossi: pinocchio. Voto 5- Loris promette mari e monti ad ogni vigilia e in gara fatica a entrare nella top ten. Oggi decimo, ma a 42 secondi dal vincitore!

Edwards: notte. Voto 4- L’americano porta la sua Yamaha al 13esimo posto a 1 minuto e 14 secondi dalla testa. No comment.

  • shares
  • Mail
118 commenti Aggiorna
Ordina: