MotoGP: Pedrosa vuole un telaio più rigido

Daniel Pedrosa e Andrea Dovizioso Qatar 2010

Dani Pedrosa non se la sta passando bene in questo inizio di stagione della MotoGP. Pur essendo la prima guida del team Repsol, nella gara in Qatar (e nonostate un'ottima partenza) è rimasto dietro al suo compagno di squadra, Andrea Dovizioso. Nemmeno il Dovi si spiega il basso rendimento di Pedrosa, come ci ha spiegato nell'intervista che abbiamo potuto rivorgergli qualche giorno fa.

Ora apprendiamo che Dani vorrebbe modifiche importanti al telaio. Più volte si è pensato che il problema risiedesse nel cambio di sospensioni (da Showa a Öhlins), invece il pilota spagnolo e il suo team ritengono che vada rivisto il telaio. Più rigido, dovrebbe essere, secondo i tecnici, con l'obiettivo di dare maggiore trazione al posteriore. La rigidità si potrebbe ottenere integrando del carbonio stampato a caldo e questa modifica potrebbe arrivare già per la gara di Jerez.

"Il problema principale è che la moto non è stabile in frenata e nervosa in uscita di curva" spiega Pedrosa. Staremo a vedere se la soluzione individuata sarà efficace. Alla tappa di Jerez manca ancora parecchio tempo.

via | As.com

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: