MotoGP a Laguna Seca: trionfo Pedrosa


Lo spagnolo Dani Pedrosa è riuscito a confezionare una vittoria a dir poco perfetta, dopo una partenza-capolavoro che l'ha visto mettersi davanti a tutti all'Andretti Hairpin e percorrere tutti i 32 giri sempre dalla prima posizione. Dietro di lui a pochi decimi Valentino Rossi che nonostante una gara splendida non è riuscito a intimorire Camomillo se non nell'ultima curva della gara.

Terzo al traguardo un'incredibile Jorge Lorenzo, che nonostante le condizioni fisiche pessime (ricordiamo che era in forse fino a poche ore dall'inizio della gara) ha battagliato a suon di tempi sul giro prima con Casey Stoner e poi con Rossi, infliggendo a quest'ultimo anche un'attacco non riuscitissimo.

Quarto un Casey Stoner affaticato, che ha battagliato la prima metà di gara per la seconda posizione, per poi mollare definitivamente e girare costantemente mezzo secondo sopra i suoi rivali; i problemi per lui non sembrano risolti e in condizioni fisiche migliori rispetto a Lorenzo, non riesce comunque ad essere incisivo. Quinto Nicky Hayden, finalmente competitivo sulla pista di casa, che precede di pochissimo un Toni Elias particolarmente in giornata. Dovizioso è scivolato mentre lottava per la quarta posizione, come anche Gibernau e Talmacsi che sono andati a raccoglier margherite. Capirossi fuori per noie tecniche alla sua GSV-R.

La gara, noiosetta dal punto di vista prettamente spettacolare, ha visto una bella lotta fatta di tempi sul giro, con i piloti del quartetto di testa a fare elastico e giocare costantemente sui giri veloci. Onore a Pedrosa, autore di una prestazione da manuale del perfetto pilota, e a un combattivo Lorenzo, duro come la roccia e velocissimo nonostante gli acciacchi. Valentino avrebbe voluto un giro in più dopo quello finale, e Stoner sempre più offuscato, conduce comunque una gara stoica, speriamo si riprenda presto.

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: