Home Sicurezza in moto, noi ragazze diciamo: “usate la testa oltre al casco”

Sicurezza in moto, noi ragazze diciamo: “usate la testa oltre al casco”

Comunicato bizzarro ma allo stesso tempo dai fini ammirevoli quello che abbiamo ricevuto pochi minuti firmato: Le Ombrelline Guerrigliere. Una recentissima ricerca ha dato risultati preoccupanti riguardo alla sicurezza su due ruote sulle strade d’Italia. Le città si confermano i luoghi dove si riscontrano la maggior parte di incidenti e spesso la causa principale è


Comunicato bizzarro ma allo stesso tempo dai fini ammirevoli quello che abbiamo ricevuto pochi minuti firmato: Le Ombrelline Guerrigliere. Una recentissima ricerca ha dato risultati preoccupanti riguardo alla sicurezza su due ruote sulle strade d’Italia. Le città si confermano i luoghi dove si riscontrano la maggior parte di incidenti e spesso la causa principale è riferibile al comportamento scorretto dei centauri stessi e degli automobilisti che spesso non li vedono.

Tutti debbono adattare il loro stile di guida per evitare il peggio. Ora basta! Scendiamo in strada noi ragazze per parlare direttamente ai motociclisti di sicurezza. Casco ben allacciato e fanali accesi sono obbligatori, ma anche un abbigliamento adeguato e una capacità di controllo del mezzo sono necessari per chi si vuol chiamare “vero centauro”. Non crediamo nella repressione, ma nella educazione.

Ecco perché scendiamo in piazza costrette a una modalità poco consueta per attirare l’attenzione che un simile argomento merita, fermando i motociclisti ai semafori per comunicare un messaggio semplice: “usa la testa, oltre al casco e al paraschiena”. Continuate a leggere per capire bene dove incontrare oggi le Ombrelline Guerrigliere a Milano.

Ombrelline Guerrigliere a Milano
Ombrelline Guerrigliere a Milano
Ombrelline Guerrigliere a Milano

Noi vogliamo anche sensibilizzare i nostri amministratori pubblici a un miglioramento della segnaletica stradale, a un maggior controllo delle condizioni dell’asfalto, e soprattutto a una corretta educazione stradale che deve partire dai banchi di scuola. Essa dovrebbe sempre essere prevista dagli istituti scolastici, benché non sia più obbligatoria dal 1999.

Il messaggio parte da Milano oggi 11 giugno 2009, con apparizioni in numerosi punti del centro, con la volontà di proseguire in tutta Italia fino a catturare l’attenzione dei media. Gli argomenti non ci mancano, il nostro aspetto e l’abbigliamento ci aiuteranno. Cerchiamo sostenitori convinti, ma soprattutto sostenitrici appassionate, capaci di mettersi in gioco nel convincere i centauri a rispettare se stessi e gli altri.

Appuntamento giovedì 11 giugno a Milano con esibizioni spot in: piazza Cavour, largo Donegani, via Solferino, all’incrocio Moscova-Garibaldi, in largo Cairoli, piazzale Cadorna e in zona Brera e Navigli.

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →