Presentazione Aprilia RSV4 Factory


Si è tenuta ieri sera la conferenza stampa di presentazione dell'attesissima Aprilia RSV4 Factory. La nuova perla della Casa di Noale arriverà nelle concessionarie a partire da questo mese ad un prezzo di listino di 20.000 euro omologata biposto anche nella versione Factory. 180 CV di adrenalina pura. In allegato le immagini ufficiali Aprilia fornite alla stampa.

Queste le parole di Leo Francesco Mercanti, Senior Vice President Product Development & Racing riguardo il progetto: "Quando Aprilia è entrata a far parte di Piaggio nel 2005, pochi pensavano che avremmo rispettato i programmi: oggi, quelle promesse, si stanno realizzando. I nostri programmi volevano che Aprilia diventasse il brand di riferimento all'interno del Gruppo Piaggio per quanto riguarda le moto di media e grossa cilindrata sportive: in tre anni abbiamo lanciato Shiver, Mana, Dorsoduro ed oggi la nuova RSV4, che apre una strada completamente nuova nel mondo delle supersportive."

"Ringrazio le persone che hanno creduto in questo progetto, perchè le incognite erano importanti, in particolar modo per quanto riguarda l'ambito sportivo, ma anche economico: il progetto, infatti, è costato la bellezza di 25 milioni di euro. Vorrei dunque ringraziare tutti i tecnici che hanno lavorato a questo progetto, ma anche il reparto corse nella persona del suo massimo rappresentante, Giampiero Sacchi, e dei due piloti: Biaggi e Nakano."




Alla conferenza sono anche intervenuti Romano Albesiano - Responsabile Tecnico piattaforma moto Aprilia, Ing. Gigi Dall'Igna - Responsabile Tecnico del Reparto Corse Piaggio, Miguel Galluzzi - Reponsabile del Centro Stile Aprilia, l'Ing. Claudio Lombardi - Consulente Tecnico Motorista Aprilia che ha parlato della "cavalleria": "RSV4 è dotata di un manettino che consente di adottare tre mappature. La Track è pura, 180 CV, la Sport limita l'erogazione della coppia nelle prime tre marce e risponde in modo più morbido ai comandi, mentre la Road limita la potenza ad un massimo di 140 CV assicurando il massimo del piacere di guida in tutta sicurezza su strada."

Presente alla conferenza anche il pilota di riferimento, Max Biaggi. Il romano, ha così commentato: "Ricordo bene questa estate, quando si è parlato di questo progetto. Eravamo io e Haga in lizza, io avevo altre opportunità (BMW, ndr) ma questo progetto mi è piaciuto subito, soprattutto perchè conoscevo bene le persone che ci stavano lavorando da mesi. Il debutto è stata una bella sorpresa: abbiamo dato un punto di partenza importante, ora dobbiamo seguire su questa strada. A Phillip Island è stato un momento importante per la nostra moto: si è detto che la nostra moto era una GP, che non era regolamentare, ed il risultato della prima fila è stato visto come un favore all'impegno più che al reale potenziale della moto. In Qatar, con il doppio podio, abbiamo confermato che possiamo essere veloci e competitivi, con una moto a perfettamente in linea con le richieste del regolamento."











































































































via | Omnimoto.it

  • shares
  • Mail
76 commenti Aggiorna
Ordina: