Una valanga di auguri per Valentino Rossi

Valentino Rossi, gli auguri per il trentesimo compleanno

Valentino spegne 30 candeline proprio oggi, lunedì 16 febbraio. 14 stagioni trascorse nel motomondiale ed un palmares da far invidia a piloti ben più "anziani" di lui: 97 vittorie e 8 titoli iridati, numeri da capogiro.

Eppure lui si sente ancora un ragazzo con tanta voglia di correre, ma soprattutto di divertirsi e vincere. Amici, colleghi, familiari, fans più o meno famosi, hanno voluto dedicare un pensiero al fuoriclasse pesarese. Le parole di Davide Brivio, Cesare Cremonini, Colin Edwards, Carmelo Ezpeleta, Marco Materazzi, Guido Meda, mamma Stefania, papà Graziano, Carlo Pernat, Uccio e Marco Simoncelli.

Davide Brivio: "Il momento più bello con Valentino che mi viene in mente è forse la vittoria in Sudafrica nel 2004: la sua prima gara in Yamaha. Dichiarò di voler vincere al primo tentativo e tra mille difficoltà incredibilmente ci riuscì. Festeggiammo con una bottiglia di vino tra urla di gioia e tanta emozione. Momenti davvero indimenticabili. Auguri campione."

A seguire gli Auguri che altri personaggi hanno riservato al Campione di Tavullia.

Cesare Cremonini: "Vale è un combattente armato di sorriso. Non l'ho mai visto perdere il suo ottimismo la sua voglia di scherzare, neanche due minuti prima di una gara decisiva. Quando mette la tuta si trasforma e li sono problemi per i suoi avversari."

Colin Edwards: "Ho vinto con Rossi la 8 Ore di Suzuka prima di diventare suo compagno di squadra e trascorrere con lui momenti indimenticabili. Cosa posso dire? E' semplicemente il più grande di tutti i tempi. Buon compleanno vecchio!".

Carmelo Ezpeleta: "Il ricordo più bello che ho di Rossi è stranamente legato alla vittoria nel mondiale di Nicky Hayden. E' facile comportarsi da signori quando si vince. Lui fu un grande anche quel giorno"

Marco Materazzi: "Ci siamo conosciuti grazie all'Inter, siamo diventati qualcosa di più che conoscenti grazie alle moto: le nostre due grandi passioni. Gli stadi e i circuiti, adesso, sono occasioni per fare un po' i tifosi e provare a portarci fortuna, tu a me e io a te: ma il momento in cui ci sentiamo davvero più amici credo sia quando ci troviamo a cena a casa mia, seduti allo stesso tavolo. Lì siamo solo Marco e Valentino, due che per tante cose vedono la vita allo stesso modo. Oggi voglio fare come te, che quando corri porti addosso il numero che è doppio rispetto a quello che porto io quando gioco: per i tuoi 30 anni ti faccio gli auguri doppi. Più uno speciale: di riuscire a mantenere la nostra promessa segreta, quella che racconteremo solo quando si sarà avverata...Buon compleanno, Vale."

Guido Meda: "Fine prove, giro di rientro. Valentino ti vede a bordo pista e ti fa un saluto con la mano. Succede. E' uno stacco fulmineo, banale in apparenza, che è però una firma: il segno di un'attenzione desta, alla moto finchè serve, all'uomo quando può. Separa i momenti, li scioglie, cambia, ragiona. E' così che chiunque, da sempre, vuole il suo campione da poster. Il Valentino che conosco prima di tutto batte la banalità nella quale un mito può scadere. Ora ha trent'anni. Dico: e allora? E' come prima, giù qui, sulla terra. Spietato e perfezionista a trecento, custode affabile e curioso del proprio gusto per una vita interessante, ma normale. Dopo 8 titoli e 97 vittorie vorrei essere sicuro di raccontarlo come è giusto che si racconti un mito eppure continuo a non trovare che parole semplici".

Mamma Stefania: "Ho pensato cosa dirti attraverso la stampa per i tuoi trent'anni... Potevo parlarti di sole di luna di stelle di montagne di amore di gioia... ma mi sembra più giusto... semplicemente... BUON COMPLEANNO"

Papà Graziano
: "Semplicemente vorrei augurare a Valentino di arrivare a 40 anni senza crescere. Poi, si vedrà!"

Carlo Pernat: "Come si fa a non volerti bene, Vale. I campioni fanno sempre quello che vogliono, a pelle. Ricordo il 1997, quando girasti il tuo primo spot televisivo. Doveva durare un giorno ma un regista pignolo, logorroico, non lo finì e lo rimandò l'indomani. Tu te ne andasti e il tuo amico Uccio mi telefonò avvertendomi... ma da casa tua, dove già eri e dove rimanesti, anche il giorno dopo. Straugurissimi, mito! Carlo Pernat"


Uccio: "Spero che Vale anche i prossimi 30 anni sia veloce come i primi 30 e che ci regali altri sorpassi ed emozioni come quelli di Laguna Seca. 30 di questi Cavatappi!"



Marco Simoncelli: "Buon compleanno, Bomber! Anche se adesso hai 30 anni, cerca di darci ancora tante emozioni come ce ne hai date finché ne hai avuti 29! Auguri! Sic58

  • shares
  • Mail
122 commenti Aggiorna
Ordina: