Yamaha in crisi, crollano gli utili del 97%

Yamaha M1 MotoGP 2009 di Valentino Rossi

La crisi mondiale non risparmia proprio nessuno ed il mercato delle due ruote lo sa bene. La Yamaha, numero due al mondo nella produzione di due ruote, accusa il colpo.

Il colosso giapponese, riporta Repubblica.it, ha reso noto un utile netto di gruppo 2008 in picchiata (-97,4%), a 1,9 miliardi di yen (16 milioni di euro), mentre per l'anno in corso a dicembre 2009, le previsioni sono di una perdita consolidata di 42 miliardi di yen (350 milioni di euro), per la prima volta dal 1984.

I ricavi si sono attestati a 1.603,9 miliardi di yen (-8,7%), scontando la rivalutazione della valuta nipponica su dollaro ed euro. Le vendite di moto, che lo scorso anno hanno avuto un balzo del 17,4%, a 5,87 milioni di pezzi, grazie alla domanda registrata sui mercati asiatici, dovrebbero segnare nel 2009 una contrazione a quota 5,76 milioni. I ricavi a fine dicembre sono ipotizzati in calo del 22,1%, a 1.250 miliardi di yen.

La compagnia ha reso noto che ridurrà gli investimenti in risposta al deterioramento dei margini di gestione e che intende rinviare la costruzione di una struttura di test corse, di un impianto di componenti nella prefettura di Shizuoka e congelare la capacità produttiva della fabbrica in Indonesia.

Grazie a Ilario per la segnalazione

  • shares
  • Mail
86 commenti Aggiorna
Ordina: