Da Assisi al Lago Trasimeno: ogni curva un’emozione

Strada per Assisi - by matalyn.smugmug.com

Dalla suggestione della Basilica di Assisi alle tranquille acque del lago Trasimeno: ecco un itinerario da vivere in tranquillità, immersi nella magia di sorprendenti paesaggi naturali, che cambiano dietro a ogni curva.

Il nostro percorso parte dalle porte di Assisi e ci porta immediatamente alla maestosa Basilica dedicata a San Francesco.

Dichiarata patrimonio dell’umanità, la Basilica di San Francesco risale 1228, quando Papa Gregorio IX pose la prima pietra che avrebbe portato alla costruzione della Chiesa Inferiore: tutt’ora divisa in Superiore e Inferiore, la Basilica contiene straordinari affreschi di Giotto, Cimabue, Simone Martini e Pietro Lorenzetti, oltre alle spoglie del Santo.

Strada per Assisi - by matalyn.smugmug.com
Assisi, Basilica di San Francesco - by matalyn.smugmug.com
Bettona - by Peter Schaer, flickr.com

Merita inoltre una visita l’imponente Basilica di Santa Maria degli Angeli, all’interno della quale è possibile ammirare, tra gli altri, il dipinto “La Crocefissione”, capolavoro del pittore Perugino.

Risaliti in moto, lo sguardo si perde in un panorama che presenta un percorso ideale per le due ruote: le strade che si vedono in lontananza si aggrovigliano infatti in un insieme di bellissime curve.

Da Assisi proseguiamo in direzione Bettona dove, per gli amanti della storia dell’arte, è possibile proseguire il percorso alla scoperta del Perugino, ammirando la nota piccola tela attribuita al pittore e proviene dalla chiesa di S. Antonio di Padova di Bettona .

Da Bettona imbocchiamo la bella strada che ci porta a Torgiano, cittadina che conserva un tipico aspetto medioevale, ricca di resti di mura e fortificazioni antiche e famosa per i suoi musei del vino e dell’olio.

Deruta, vista - by giamp, flickr.com
Deruta, ceramiche - by katinalynn, flickr.com
Perugia - by Larry Ferrante, flickr.com

Da Torgiano proseguiamo fino a Deruta, antico borgo dove il tempo sembra essersi fermato all’età medioevale: lasciamo la moto per un giro in questa cittadina persa nella storia, tra viuzze animate da botteghe di artigianato di ogni genere, famosa per le sue ceramiche, delle quali è anche possibile visitare il museo.

Lasciamo quindi Deruta: i 20 km di strada che percorriamo sono tutti una curva, da percorrere in tranquillità per gustarsi fino in fondo il paesaggio che ci accompagna fino a Perugia, che scorgiamo sin da lontano ergersi imponente quasi a dominare le terre tutt’intorno.

A Perugia proponiamo una sosta con pernottamento, per godersi in tutta calma la città e perdersi tra le sue vie, che regalano scorci bellissimi: il centro può essere visitato comodamente a piedi ammirando, tra gli altri, la Fontana Maggiore, la Cattedrale e il Palazzo dei Priori, dove si trova il Museo Nazionale dell'Umbria.

Rocca di Umbertide - by Sonietta46, flickr.com
Passignano sul Trasimeno - by gengish, flickr.com
Lago Trasimeno visto da Tuoro - by dvdbramhall, flicker.com

Ripariamo da Perugia e, percorrendo la strada che attraversa la pianura alluvionale del Tevere, raggiungiamo Umbertide, città anch’essa medioevale dove consigliamo di visitare la bellissima Rocca.

Da Umbertide imbocchiamo la strada che porta verso il Lago Trasimeno a Passignano: il percorso, bellissimo, ci porta a scendere verso il lago attraverso una serie di entusiasmanti tornanti.

Arriviamo così a Passignano sul Trasimeno, cittadina che si affaccia sulle calme acque del lago, il cui nucleo più antico è ancora oggi circondato da una cinta di mura medioevali molto ben conservata.

Da Passignano è possibile raggiungere con pochi minuti di battello l’Isola Maggiore e, con una piccola deviazione di circa 13 km, il Circuito di Magione.

Continuiamo quindi a percorrere la strada che costeggia il lago fino a Tuoro, località famosa poiché fu teatro della famosa battaglia del Trasimeno tra l'esercito di Roma e quello cartaginese guidato da Annibale.

Chiudiamo sul lago Trasimeno questo suggestivo viaggio tra natura e storia all’interno di una regione, l’Umbria, in grado di offrire itinerari ancora poco turistici, percorsi solitari e silenziosi, tra belle curve, salite e discese, ideali da gustarsi in moto.

Itinerario
Chilometraggio

DOVE DORMIRE E MANGIARE

Per chi desiderasse sostare a Perugia suggeriamo il pernottamento presso l’Hotel Tirrenus (strada Tuderte 75/O, 06126 Perugia, tel. 075/38200, www.hoteltirrenus.it).

Da non perdere una cena al ristorante Settimo Sigillo (via Ulisse Rocchi 1, 06126 Perugia, tel. 075/5724306) realizzato all’interno di una cantina medioevale: atmosfera “fantastica”, ambiente caratteristico, cibo ottimo; prezzi non eccessivamente cari.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: