Rossi sbanca Indy: sono 69 GP! Hayden cuore d'oro. Male Stoner

Valentino Rossi si impone ad Indianapolis

La gara: mediocre. Voto 6 – Un po’ colpa del maltempo, un po’ colpa dell’asfalto (mal raccordato e non drenante), un po’ colpa del tracciato (troppe curve da prima e da seconda), un po’ colpa del mancato duello Rossi-Stoner, la MotoGP alla sua prima uscita di Indianapolis ha deluso. L’ha salvata lo show di Rossi. E il “cuore matto” di Hayden. Anche i 150 mila previsti sono stati una “sparata” all’americana. O una “americanata”.

Rossi: sessantanove! Voto 10. Grande sotto ogni profilo: tecnico, tattico, agonistico. Non c’è più un circuito dove il pesarese non ha vinto. E oggi supera Ago (69!) nelle vittorie della classe regina. Vittoria meritata, come meritato è l’ottavo titolo, sempre più vicino.

Hayden: cuore d’oro. Voto 9 +. (Quasi) propheta in patria. Nicky ha salvato la Michelin, la Honda Hrc, il proprio onore. Gran corsa. Ottima piazza d’onore. Legnata (indiretta) per Pedrosa. Bel biglietto da visita per la Ducati 2009.
Lorenzo: passista. Voto 8. Jorge ha ritrovato fiducia, non cerca l’impossibile, porta a casa podi e punti. Sta ricostruendo ciò che ha perso per strafare. Ottimo.

Stoner: stralunato. Voto 5 – Quarto posto nebbioso. C’è qualcosa che non va. Dopo il mezzo ko di Laguna Seca e i due ko totali di Brno e Misano, Casey si è smarrito. Le corse sono di domenica e poco contano, a questo punto, le performances nelle prove e qualifiche. Se non sta bene fisicamente (polso) e spalla, sarà il caso di dirlo. La verità paga sempre. Così non va.

Dovizioso: rossiniano. Voto 8. Con un mezzo ottimo ma inferiore Dovizioso continua a meravigliare positivamente. Non ha timori reverenziali e non commette errori. Grande futuro.

Spies: okkey. Voto 8. Lotta con gente come Dovizioso e Stoner, straccia gli altri due ufficiali Suzuki. Conferma le premesse: va davvero forte.

Pedrosa: rimandato. Voto 4. Un ottavo posto che punisce la sua “presunzione”. Un risultato che non permette allo spagnolo di fare nessun passo avanti e non scioglie nessun interrogativo sul suo conto.

Vermeulen, De Angelis, West. Elias: bagnati. Voto 5. Deludono gli specialisti del bagnato. Completamente fuori gara.
Edwards: assente. Voto 4. Nemo propheta in patria. Ma così è al limite dei fischi. Male, molto male.

Capirossi e Melandri: dimenticati. Voto 3. Diversi sì, ma uniti nella disfatta. Un week da dimenticare per l’imolese, una stagione da cancellare per il ravennate.

MotoGP - GP di Indianapolis - Gara

01 Valentino ROSSI Yamaha
02 Nicky HAYDEN Honda + 5.972
03 Jorge LORENZO Yamaha + 7.858
04 Casey STONER Ducati + 28.162
05 Andrea DOVIZIOSO Honda + 28.824
06 Ben SPIES Suzuki + 29.645
07 Sylvain GUINTOLI Ducati + 36.223
08 Dani PEDROSA Honda + 37.258
09 Chris VERMEULEN Suzuki + 38.442
10 Alex DE ANGELIS Honda + 42.437
11 Anthony WEST Kawasaki + 47.179
12 Toni ELIAS Ducati + 55.962
13 Randy DE PUNIET Honda + 57.366
14 John HOPKINS Kawasaki + 58.353
15 Colin EDWARDS Yamaha + 1'00.613
16 Loris CAPIROSSI Suzuki + 1'05.620
17 Shinya NAKANO Honda + 1'05.854
18 James TOSELAND Yamaha + 1'07.968
19 Marco MELANDRI Ducati + 1'21.023

  • shares
  • Mail
148 commenti Aggiorna
Ordina: