Mauro Sanchini appiedato dalla SBK pensa alla MotoGP

Mauro Sanchini, ex commentatore della Superbike su LA7, come ormai è noto, non sarà più la voce tecnica delle derivate di serie perché al suo posto, in cabina di commento di Mediaset - che dal 2013 trasmetterà su Italia1/Italia2 il Campionato Mondiale Superbike / Supersport e Superstock 600 / 1000) - ci sarà il campione del mondo SBK 2012 Max Biaggi.

Sanchini, che già aveva manifestato il dispiacere di non poter più commentare la Superbike tramite twitter (@sanchini_mauro) lo ha ribadito chiaramente nell'intervista pubblicata su Riders in edicola da pochi giorni.

Sanchini parla dell'amore per la Superbike, di Guido Meda, di Max Biaggi telecronista e di un progetto che lo vedrebbe coinvolto il MotoGP... Per ora dobbiamo accontentarci di sentirlo commentare le scorribande di Valentino Rossi & Co. al Ranch del pilota pesarese.

Si dice che Valentino abbia chiesto che tu rimanessi in SBK perché ha in programma di passare a quel campionato. Quanto c'è di vero?

Nulla! Di vero c'è che Valentino sarebbe stato contento che se io fossi rimasto in SBK perché, oltre a essere amici, gli piaceva ascoltare la mia telecronaca. Poi, che lui abbia intenzione di passare alla Superbike credo non sia vero.

Perché non sei più lì?

Perché Mediaset non mi ha cercato.Non c'è stato nessun tipo di interesseNon c'è stato nessun tipo di interesse Nessun tipo di interesse o contatto. Mi ha telefonato Guido (Meda), per aggiornarmi su quello che stavano facendo. Forse, se non fosse arrivato Biaggi, al mio posto ci sarebbe Max Temporali. Io per loro nella Superbike non esisto, non sono mai esistito.

E Guido cosa ne pensa?

Sarebbe stato contento di avermi al fianco e gli è dispiaciuto che non sia andata così, saremmo stati una bella coppia, ma essendo lui un dipendente dell'azienda non ha potuto decidere.

A te quanto dispiace?


Moltissimo, non so dirti quanto. Già in questo periodo perdere il lavoro non è certo facile e a me quella professione piaceva molto. Poi, quello era il mio mondo, e dopo 15 anni ora mi sento escluso completamente. Di buono c'è che i fans della SBK mi hanno dimostrato affetto e stima. Ho capito subito che questa storia non sarebbe andata a buon fine per me, ma non ho detto nulla e ho aspettato che la notizia fosse ufficiale. Solo quando è uscita su La Gazzetta dello Sport ho salutato tutti. Mi aspettavo che qualcuno avrebbe commentato ma non così tanti... Incredibile.

E Max Biaggi ti ha detto qualcosa?

Quando ho comunicato su Facebook il mio dispiacere al fatto che dopo tanti anni di SBK non ci sarei più stato e il mio posto lo avrebbe preso Biaggi, il primo commento che ho trovato è stato della cugina di Max: mi ha scritto che ho avuto una caduta di stile nel comunicarlo così e che avrei potuto scrivere, invece di "mi dispiace", un in bocca al lupo a Max. Ora, non voglio far polemiche ma...



E ora che programmi hai?


Ho un progetto, un sogno. Qualcosa che ha a che fare con la moto... la MotoGP, magari una valutazione tecnica. Ma per ora è solo un'idea, speriamo vada in porto e che anch'io abbia una botta di culo ogni tanto. Nel frattempo sono tornato a lavorare in fabbrica dai miei. Oggi sono andato con il muletto a scaricare un camion e il camionista non riusciva a parlare: mi guardava e non si capacitava di come uno che fino a ieri era in televisione potesse essere lì con il muletto. Però ho fatto un buon tempo a scaricare.



L'intervista integrale potete leggerla sul sito di Riders.

  • shares
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina: