Custom: Icon 1000 Tiger 800XC Dromedarii

I customer di Icon hanno una evidente passione per le moto dallo spirito militaresco: una delle loro ultime opere, la Ural "Quartermaster" (quartier generale) sembrava fatta apposta per essere utilizzata in un film sull'assedio di Stalingrado, mentre quella che vi proponiamo oggi, la Tiger "Dromedarii", ha un nome altrettanto evocativo, ma uno stile totalmente differente.

Elaborata sulla base di una Triumph Tiger 800XC; gli statunitensi di Icon volevano costruire una moto "a cui poter chiedere il peggio e che si potesse muovere con uguale naturalezza sia in autostrada che nello sterrato". Noi non l'abbiamo provata, ma a guardarla possiamo dire che la Dromedarii non difetta certo di carattere: l'aspetto è certamente ispirato alla cultura post apocalittica e cyber punk, ma le scelte cromatiche e alcuni dettagli (vedi la tanica) ricordano tanto i sidecar militari tedeschi dell'Afrika Korp.

Una moto per "sopravvissuti di lusso", in grado di affrontare le dune del deserto quanto le tundre sub polari: da elegante sport tourer a macchina bellica di classe. Indubbiamente il lavoro di decostruzione formale applicata dai ragazzi di Icon è notevole, perché l'ostentata povertà estetica della Dromedarii trasmette comunque un'eleganza innegabile: raramente si sono visti portapacchi tubolari applicati con tanta sapienza a una moto.

Il rischio di produrre un "accrocchio" c'era, ma non è andata così: i pezzi di recupero applicati e saldati alla Triumph non comunicano ne precarietà ne povertà, ma anzi invitano al viaggio, all'avventura, a caricare il proprio mezzo di tutto il necessario e non tornare più. Che ne pensate?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: