Wrenchmonkees presenta la Yamaha XJR1300 Monkeefist

Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist

I customers danesi Wrenchmonkees volevano realizzare una café racer cattivissima e per farlo hanno deciso di prendere come base una delle più apprezzate sport tourer sul mercato, la Yamaha XJR1300, una moto potente, affidabile e tecnologicamente avanzata che è stata poi riportata a un aspetto minimal e vintage, quasi che i ragazzi di Wrenchmonkees abbiano voluto dire alla Yamaha "bella, ma non c'era bisogno di tutti quei fronzoli".

Design veramente accattivante, scelta monocromatica ispirata da uno spirito "all black" opaco, dettagli in stile "denim and leather", come la sella borchiata, oppure in omaggio agli anni '60, come il fanalino di coda, uscito direttamente da American Graffiti.

La particolarità di questa "opera" è che i customer siano riusciti a realizzare una café racer con una moto modernissima mantenendo tra l'altro, gran parte dei componenti originali: serbatoio, telaio, motore, forcellone, non sono stati modificati (mentre la forcella è stata "presa in prestito" da un R1).

Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist

Il motore è il solidissimo Yamaha 4 cilindri, 4 tempi, 4 valvole da 1251 centimetri cubici in grado di sviluppare 98 cv a 8000 giri al minuto. La moto si inserisce in una serie di custom Yamaha che la casa madre giapponese ha affettuosamente definito "Yard built", cioè costruite in cortile, a ricordare la tradizione di chi si modificava la moto dietro casa e talvolta otteneva, come in questo caso, risultati veramente pregevoli.

Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist
Café Racer: Yamaha XJR1300 Monkeefist

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: