Home Ducati e Casey Stoner ricevuti al quirinale

Ducati e Casey Stoner ricevuti al quirinale

Una stagione davvero straordinaria per la Ducati. Dopo la doppia affermazione (titolo piloti e costruttori) nel Campionato MotoGP, i rappresentanti della casa di Borgo Panigale sono stati ricevuti al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dal Presidente del Consiglio Romano Prodi e dal Ministro dello Sviluppo Economico, Pier Luigi Bersani. Presenti dirigenti e ingegneri



Una stagione davvero straordinaria per la Ducati. Dopo la doppia affermazione (titolo piloti e costruttori) nel Campionato MotoGP, i rappresentanti della casa di Borgo Panigale sono stati ricevuti al Quirinale dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dal Presidente del Consiglio Romano Prodi e dal Ministro dello Sviluppo Economico, Pier Luigi Bersani.

Presenti dirigenti e ingegneri della rossa, oltre all’iridato Casey Stoner grande protagonista del Campionato 2007. Napolitano, già in visita alla Ducati lo scorso 16 marzo, ha sottolineato come la casa emiliana sia per l’Italia motivo d’orgoglio, simbolo dell’elevata qualità dei prodotti industriali ed ingegneristici del Bel Paese.
Casey Stoner con Romano Prodi

Romano Prodi ha poi consegnato a Gabriele del Torchio e a Casey Stoner la medaglia del Presidente del Consiglio. Le parole dell’Amministratore Delegato di Ducati Motor Holding: “Siamo molto orgogliosi e molto emozionati per essere stati ricevuti dal Presidente Giorgio Napolitano e dal Presidente del Consiglio Romano Prodi. Aver respirato la sacralità dell’Italia all’interno del Quirinale è un premio grandissimo per la qualità del lavoro fatto dalla nostra squadra corse e dal nostro pilota.”

Casey Stoner con Napolitano

Casey Stoner: “E’ un privilegio e un onore per me essere stato ricevuto dal Presidente della Repubblica Italiana perché il mio legame con questo paese è molto forte. La mia squadra è italiana, il rapporto che si è creato con loro e con la Ducati è qualcosa di speciale che mi ha dato la confidenza giusta per ottenere i risultati che abbiamo raggiunto quest’anno.
Vincere il mondiale era il mio sogno, adesso è una realtà e questo mi aiuterà a lavorare con ancora maggiore serenità, per cercare di competere allo stesso livello anche l’anno prossimo”.

via | Ducati

Ultime notizie su Varie

Varie

Tutto su Varie →