Il mercato dell'usato chiude il 2012 in negativo (-10,5%)

Moto usateIl mercato dell'usato delle due ruote ha chiuso il 2012 con il segno negativo, in linea purtroppo con il mercato del nuovo che ha chiuso l'anno con un pesante calo complessivo del -21,9%.

I passaggi di proprietà delle due ruote depurati delle minivolture, (i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), hanno fatto registrare un calo del -10,5% per le due ruote ed un calo del -10,3% per le autovetture. A dicembre, quindi rispetto allo stesso periodo del 2011, il calo è stato addirittura del -24,1% per le moto (e del -15,4% per le auto). I dati sono riportati nell’ultimo bollettino mensile “Auto-Trend”, l’analisi statistica dell’ACI - Automobile Club d’Italia sui dati del PRA.

Positive invece le radiazioni. Sono state eliminate dalla circolazione 137.309 due ruote pari ad un incremento del +12,4% (1.438.341 invece le auto eliminate dalla circolazione pari ad un incremento del +1,2%). A dicembre 2012, rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, viceversa si è registrato un calo del -7,7% per le due ruote e del 14,2% per le quattro ruote.

Tabella Auto e Moto Dicembre 2012


Tabella Auto e Moto 2011/2012


Infine il commento di Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’ACI:

“Il drammatico crollo del mercato auto registrato nel 2012 è la naturale conseguenza dei costi e della pressione fiscale che oggi gli italiani devono sostenere solo per il fatto di possedere un veicolo. Gestire l’auto richiede una spesa annua che sfiora i 3.500€ (+4,5% solo lo scorso anno) e questo non consente a molti di sostituire la propria quattro ruote. Per poter invertire questa tendenza – conclude Sticchi Damiani – è assolutamente necessario che, tra le priorità del nuovo Governo, sia presa in seria considerazione la possibilità di alleggerire il carico fiscale del comparto”.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: