Kymco KRV: lo scooter dotato di forcellone da moto

Kymco KRV non può che essere uno scooter dall’anima sportiva, dalle linee tese e spigolose: è compatto e agile, perfetto nella mobilità urbana, ma capace di offrire un ottimo feeling di guida nelle escursioni del weekend

Continuiamo con le novità presentate da Kymco per il 2021, con il nuovo KRV: si tratta del primo scooter dotato di forcellone di tipo motociclistico, con braccio oscillante e motore integrato nel telaio.

Kymco KRV non può che essere uno scooter dall’anima sportiva, dalle linee tese e spigolose: è compatto e agile, perfetto nella mobilità urbana, ma capace di offrire un ottimo feeling di guida nelle escursioni del weekend, aiutato anche dal comfort ottimale. La pedana piatta aiuta a trovare la posizione di guida ideale, che sia da routine quotidiana o da guida aggressiva.

Di serie, adotta l’ABS, il Traction Control, i fari full-LED e il sistema Keyless, mentre la sospensione è regolabile adattarsi a pilota ed eventuale passeggero.

Come già anticipato, Kymco KRV è dotato di forcellone di tipo motociclistico, derivato direttamente dal modello di punta della gamma, AK 550, con una trasmissione finale a cinghia, che garantisce viaggi silenziosi e una minore manutenzione rispetto alla classica catena da moto. Queste soluzione tecniche, consentono di avere un baricentro basso e un perfetto bilanciamento dei pesi.

Il motore, fissato al telaio, che equipaggia KRV è il 175 cc a 4 valvole con raffreddamento a liquido e radiatore integrato nel carter motore. Prezzi e disponibilità sono ancora da definire.

I Video di Motoblog