Zero Motorcycles SR/S custom by Deus

Il customizer Michael “Woolie” Woolaway ha realizzato la prima special su base "elettrica" griffata dall'australiana Deus Ex Machina

L'americana Zero Motorcycles è certamente uno dei maggiori player nell'industria delle moto elettriche, ma la sua impostazione verso la "mobilità del futuro" non le impedisce certo di guardare alla tradizione motociclistica per trovare sempre nuova ispirazione, discorso che include anche il mondo della customizzazione.

Per dimostrare la validità della sua produzione anche in quest'ambito, il marchio californiano ha chiamato in causa il noto Michael "Woolie" Woolaway, una delle 'prime firme' di Deus Ex Machina, per affidargli il compito di dar vita alla prima 'special' di Deus realizzata sulla base di una moto elettrica, la recentissima Zero SR/S, una sportiva carenata dalle linee piuttosto generiche che, dopo le sue cure, ha assunto le fattezze di una splendida racer d'ispirazione retro-futurista.

L'elemento centrale di questa rielaborazione è ovviamente la sinuosa carenatura, composta nella sua parte superiore da un unico pezzo in fibra di carbonio che si estende dal muso alla coda. Per realizzarla, Woolie ha prima realizzato un modello della sua aerodinamica silhouette in schiuma plastica con l'aiuto degli specialisti aerospaziali di Lockheed Martin, e poi l'ha fatta materializzare da Taylor Made Racing.

Le ammiccanti alette laterali sono state aggiunte in un secondo momento per dare alla moto un qualcosa in più in termini di modernità ed esotismo, mentre la parte inferiore della carena prosegue naturalmente il design del progetto proteggendo il powertrain con un lungo sotto-pancia. Il parabrezza soffiato, realizzato manualmente Zero Gravity, e la pregiata sella di Saddlemen completano l'impatto estetico della moto.

Volendo costruire una moto idealmente "da competizione", il buon Woolie non si è curato affatto di dettagli prettamente "stradali" quali specchietti e frecce - eccezion fatta per il faro anteriore a LED - e questo approccio si è steso alle modifiche di carattere tecnico. La leva del freno J.Juan anteriore, ad esempio, è stata sostituita da un freno a pollice appositamente realizzato in Spagna che, con il comando del freno delegato alla leva sul lato destro del manubrio (e l'assenza del cambio), permette a questa racer elettrica di non avere alcun comando sulle pedane.

Nuove anche le sospensioni Showa con specifiche da Mondiale Superbike, ottenute grazie all'interessamento del team ufficiale Zero Motorcycles che partecipava alla Pike's Peak (ora vietata alle moto), ed i cerchi ultraleggeri in carbonio della Dymag.

Nessun intervento è stato invece apportato a livello di motore, originariamente accreditato di 110 CV e 190 Nm di coppia istantanea, e di pacchetto batteria, che promette un'autonomia "cittadina" attorno ai 260 km (o 320 con l'opzione "Power Tank"). 200 km/h la velocità massima dichiarata per la SR/S originale.

Zero Motorcycles prevede di sfruttare questa avvenente SR/S custom by Deus Ex Machina nei prossimi eventi fieristici e non solo in programma per questo ed il prossimo anno, pandemia da Coronavirus permettendo...

  • shares
  • Mail