Honda: torna la CBX a sei cilindri?

La gloriosa CBX sta tornando? EICMA 2018 ci lascia ben sperare

Noi abbiamo contato ben sei cilindri. Si, si tratta ancora di disegni ma sappiate che Honda li ha già registrati presso gli uffici di proprietà intellettuale giapponesi. I rumors, provenienti dal sito dei colleghi di auto.ndtv.com, parlano di un possibile e imminente arrivo di un nuovo modello di CBX, con motore a sei cilindri e tecnologia ereditata dalle moderne superbike.

Il design ne esalta lo stile retrò, a ricordare le cafè racer anni '60, come vuole la moda di oggi. Le somiglianze con BMW R nine T Racer e Triumph Thruxton R, infatti, sono evidenti: linee stilistiche simili, semimanubri, ampia carenatura a fare da cornice al faro anteriore e unghia posteriore a coprire la parte di sella riservata al passeggero. Quello che ancora lascia perplessi è il taglio della carena anteriore che ospita, oltre al presunto alloggiamento per il faro, anche quattro piccoli faretti riconducibili ad un impianto LED. Ciò porterebbe a pensare che il taglio centrale non sia dedicato ad un enorme faro tondo ma, bensì, ad una tabella portanumero. Esclusa fin da subito l'idea di una sella monoposto in quanto le pedane per il passeggero sono ben visibili e, di conseguenza l'unghia posteriore sarà removibile.

Non sappiamo di certo quando la casa giapponese potrebbe presentare ufficialmente il modello, ma ci consola il fatto che CBX stia tornando, seppur ancora in formato "sketch". Confidiamo nell'edizione 2018 del Salone di Milano EICMA.

La gloriosa naked, prodotta da Honda dal 1978 al 1982, fu il fiore all'occhiello della casa dell'Ala Dorata e con il suo propulsore da 1047 cc e 105 cv di potenza, fu la prima moto di serie ad adottare i sei cilindri e la tecnologia delle moto da Gran Prix dell'epoca.

  • shares
  • Mail