Tamburini T12 Massimo presentata a Rimini

Il capolavoro postumo del leggendario designer italiano è stato svelato ufficialmente in un evento di contorno al recente GP di San Marino.

Dopo il lancio 'virtuale' dello scorso Maggio (vedi la seconda parte di questo post), la magnifica Tamburini T12 Massimo è stata presentata in forma ufficiale e 'concreta' lo scorso venerdì in Piazza Cavour a Rimini, in un evento di contorno al GP di San Marino e della Riviera di Rimini al quale ha partecipato un pubblico numeroso e commosso.

Questa moto infatti rappresenta l'ultimo capolavoro del leggendario Massimo Tamburini, uno dei più leggendari e carismatici tecnici e designer della storia della moto prematuramente scomparso nell'Aprile 2014. La T12 rappresenta la sua ultima 'opera', un ennesimo capolavoro che è stato portato a compimento dalla sua famiglia e che è stato presentato per la prima volta al pubblico alla presenza della vedova Pasquina, dei figli Andrea, Morena e Simona e del sindaco di Rimini Andrea Gnassi e di varie personalità del mondo della moto.

tamburni-t12-massimo-15.jpg

La T12 Massimo è spinta dal possente e affidabile 4-cilindri-in-linea BMW che equipaggia la S1000RR, configurato per erogare oltre 230 CV, mentre il peso a secco è di soli 154,5 kg! Questi numeri da capogiro, un'estetica tagliente firmata dal 'Maestro' e una componentistica di livello assoluto - con uso abbondante di carbonio e magnesio - fanno di questa moto un vero e proprio sogno per tutti gli appassionati della velocità su due ruote.

Un sogno che però, per molti, è destinato a rimanere "proibito": durante la presentazione, Andrea Tamburini ha infatti confermato che la T12 Massimo sarà realizzata in serie limitatissima. L'omologazione per uso stradale è ovviamente impossibile ed il prezzo sarà sicuramente consono a cotanta magnificenza.

Tamburini T12 Massimo

A due anni dalla scomparsa di Massimo Tamburini, ecco la T12 Massimo, il suo ultimo progetto. La Massimo è una motocicletta realizzata per essere utilizzata in pista, non è prevista infatti una versione stradale. Come tutte le moto di Tamburini, la T12 è da considerarsi una vera e propria opera d'arte, un progetto nato espressamente per la pista, con il meglio della tecnologia e dei materiali disponibili.

tamburni-t12-massimo-14.jpg

L'estetica ricorda molto una versione evoluta della MV Agusta F4, con dettagli e linee più moderne ed una presa d'aria che fa tornare alla mente le Cagiva 500 da GP. La struttura del telaio è un traliccio con tubi in lega d'acciaio ad alta resistenza e piastre di magnesio fuso. Questa comprende un sistema brevettato, che permette di regolare la rigidezza trasversale senza la necessità di sostituire alcun elemento. Il cannotto di sterzo è una fusione di magnesio ed bloccato dal traliccio di tubi in acciaio.

tamburni-t12-massimo-8.jpg

Al posteriore troviamo un forcellone monobraccio, anch’esso una fusione di magnesio così come la base di sterzo anteriore e il mozzo eccentrico della ruota posteriore, mentre i cerchi ruota sono dello stesso materiale ma forgiati. Tutti gli altri componenti sono lavorati a CNC in Ergal e ricavati dal pieno. Condotti di aspirazione ed airbox sono in carbonio, così come le sovrastrutture e il serbatoio, di tipo portante, una scelta che ha consentito di integrarlo nella struttura del telaio, fornendo un ottimo supporto per il codino posteriore.

tamburni-t12-massimo-12.jpg

Tutti i componenti rappresentano il non plus ultra disponibile  sul mercato: sospensione anteriore e posteriore Öhlins GP, impianto frenante Brembo GP, dischi e pinze completi di innesti rapidi Staubli.
La strumentazione e tutta l'elettronica sono Motec e ed i cablaggi derivano da tecnologia aerospaziale. Infine, il motore BMW S1000RR è realizzato su specifiche Superbike ed è in grado di erogare un potenza superiore ai 230 CV, che con un peso a secco di soli 154,5 Kg ne fanno, praticamente, moto da competizione.

Tamburini T12 Massimo Scheda tecnica

tamburni-t12-massimo-25.jpg

Propulsore Tipo: BMW S1000RR SBK
Cilindrata: 999cc
Alesaggio e Corsa: 80mm x 49,7mm
Distribuzione: ingranaggi 4 valvole per cilindro
Raffreddamento: a liquido
Potenza max: oltre 230 cv all’albero
Elettronica: MOTEC M170
Lubrificazione: carter umido
Sistema di scarico: T12 Pista 4 in 1 Arrow
Trasmissione primaria: ingranaggi
Frizione: multidisco in bagno d’olio
Cambio: race , 6 marce, quick shift elettronico up/down
Trasmissione finale: catena

Ciclistica: Brevetto regolazione trasversale rigidezza telaio
Telaio ibrido: acciaio / magnesio / ergal
Sospensione anteriore: Öhlins GP
Sospensione posteriore: Öhlins GP
Freno anteriore: Brembo Racing
Pompa freno anteriore (CNC) : PR 19-18 GP
Pinze freno anteriori: GP, P4.34/38 Monoblocco radiale con attacchi rapidi Staubli
Dischi anteriori: D320 x 6.75 trascinamento T in acciaio
Freno posteriore: Brembo racing
Pompa freno posteriore: PS13 GP (CNC con serbatoio incorporato)
Pinza posteriore: GP, monoblocco radiale P2.34
Disco posteriore: D218 x 4.5 in acciaio
Cerchio anteriore: magnesio forgiato
Cerchio posteriore: magnesio forgiato
Pneumatico anteriore: Pirelli Diablo SBK racing 120/70-17
Pneumatico posteriore: Pirelli Diablo SBK racing 200/60-17
Incidenza asse di sterzo: regolabile Offset piastre forcella: regolabile
Avancorsa: regolabile
Interasse: N.D.
Lunghezza totale: N.D.
Capacità serbatoio: N.D.
Peso a secco: 154.5 kg

tamburni-t12-massimo-19.jpg

  • shares
  • Mail