Superbike, Giugliano out tre mesi: "Voglio recuperare prima possibile"

Superbike 2015 - Davide Giugliano costretto a saltare i primi quattro round del Mondiale Superbike a causa della doppia frattura alle vertebre L1 e L2. Al suo posto Ducati ha scelto Troy Bayliss!

Aruba.it Racing Ducati Superbike Team Test Australia


Ducati ha deciso di affidare la 1199 Panigale R dell'infortunato Giugliano al 46enne Troy Bayliss che torna in pista dopo quasi sette anni dal ritiro. Bayliss, tre volte campione del Mondo Superbike (2001, 2006 e 2008) tornerà in pista domenica prossima a Phillip Island, nel primo round del Mondiale SBK 2015, GP di casa che in carriera ha vinto sei volte.

Il 25enne romano dovrà stare fermo mesi e salterà quindi quattro round (8 gare) Australia, Thailanda, Spagna e Olanda. Giugliano è stato dimesso la notte scorsa dall’Alfred Hospital di Melbourne. Purtroppo la prognosi finale degli specialisti di Melbourne prevede un periodo di circa 90 giorni prima che il pilota romano possa tornare in sella alla sua Panigale. Davide rientrerà in Italia lunedì prossimo per sottoporsi ad ulteriori controlli ed iniziare la riabilitazione per cercare di recuperare al più presto la forma fisica.

“Il mio obiettivo adesso è di impegnarmi al massimo per recuperare il prima possibile, e tornerò in Italia al più presto per incominciare il lavoro di riabilitazione. Sono molto orgoglioso di sapere che sarà proprio Troy a sostituirmi in questa gara. E’ un grande campione e l'ho sempre ammirato. Spero che si trovi subito a suo agio con il setup che abbiamo preparato insieme al Team in questi ultimi mesi di lavoro.”

Test Superbike sfortunati per Davide Giugliano

Aruba.it Racing Ducati Superbike Team Test Australia
Davide Giugliano

(Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) ha iniziato con il botto il primo giorno di test Superbike a Phillip Island (6° con il tempo di 1'31.948 +0.616 da Lowes). Durante la prima uscita della seconda sessione, il pilota romano della Ducati è stato purtroppo vittima di un highside all’uscita della curva 10. Nella caduta ha accusato un forte colpo alla zona lombare della schiena ed i dottori del centro medico hanno preferito trasferirlo all’Alfred Hospital di Melbourne per effettuare una TAC di controllo.

Purtroppo la TAC ha rivelato due piccole fratture alle vertebre L1 e L2 non gravi ma che rischiano di compromettere la prima gara del campionato di Davide. Le notizie che arrivano oggi dall'Australia non sono confortanti. Giugliano è costretto a saltare il 1° round del Mondiale SBK. Non si prevede per il momento nessuna sostituzione del pilota romano in occasione delle gare di Phillip Island e la squadra conta sul suo rientro già al secondo round che si svolgerà in Thailandia.

Dispiaciuto il pilota #34, dovrà vedere i colleghi correre domenica:

"Non sarà facile affrontare le prime due manche della stagione da spettatore. E’ un vero peccato perché' mi sentivo a mio agio con la moto ed il lavoro di sviluppo cominciato qui stava andando molto bene. Che dire, fortunatamente le mie condizioni fisiche non sono così gravi e questa è la cosa più importante. Purtroppo dovrò saltare la gara di Phillip Island. Adesso penserò solo a rimettermi in forma per poter tornare in pista al più presto"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 126 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO