Harley-Davidson SuperLow 1200T 2014 [VIDEO]

Dopo avervi presentato in breve le tre novità di casa Harley-Davidson eccoci a una disamina più attenta di questi modelli, iniziando con il più “piccolo”, il SuperLow 1200T della famiglia Sportster. Con questo modello Harley-Davidson apre le porte alle Adventure Touring, mantenendo il carattere sportivo e dinamico della gamma XL.

Tra le tre novità presentate da Harley-Davidson, il SuperLow 1200T è l’entry level per il mondo del mototurismo

Come il nome lascia supporre, lo Sportster SuperLow 1200T deriva dal modello SuperLow, con motore 883, che ha fatto il suo debutto nella 2011 e ha riscosso molto successo soprattutto nel pubblico femminile, grazie anche alla sua sella alta da terra appena 695 mm. Le similitudini però si fermano al nome, o quasi. Infatti il nuovo SuperLow 1200T è un modello totalmente inedito e viene equipaggiato con il motore di cubatura maggiore, per esaltarne le doti turistiche.

Con questo modello Harley-Davidson apre le porte alle Adventure Touring, con componenti montati di serie come il parabrezza rimovibile e le borse laterali, in puro stile Convertible. La Casa di Milwaukee non è nuova a operazioni di questo tipo. Basti ricordare infatti il primo FXRS Convertible del 1989, derivato dalla FXR del 1982, il Dyna FXDS Convertible del 1995 o in tempi più recenti il CVO Softail Convertibile FLSTSE del 2010 e il Dyna FLD Switchback del 2012.

Il SuperLow 1200T è stato infatti specificamente creato per animare lo spirito viaggiatore dei motociclisti, che con questo modello possono intraprendere itinerari più ampi anche con un modello della famiglia Sportster, senza doversi rivolgere per forza ai modelli Touring, che pesano di più. L’ago della bilancia si ferma infatti per il Superlow a 260 kg a secco, quando per il Road King Classic questo valore è di 353 kg. In famiglia Dyna il modello più turistico, ossia lo Switchback, segna invece 320 kg.

Su questo modello Harley-Davidson ha per la prima volta abbinato il telaio del SuperLow, e tutte le sue caratteristiche di maneggevolezza originariamente sviluppate per questo modello, con le prestazioni di un motore Evolution 1200 V-Twin, che eroga una coppia massima di 96 Nm a 3750 giri. Adatte ai viaggi anche le sospensioni rinnovate e in grado di sopportare meglio il peso di una moto carica. La sella è posta a 702 mm da terra, poco più alta di quella del Superlow con motore 883 e l'ergonomia è tarata per consentire ai motociclisti alti da 1.50 a 1.70 metri di raggiungere facilmente il suolo, il manubrio e i comandi a pedale.

Si conferma dunque l’intenzione della Casa di Milwaukee di attirare una clientela femminile e di neofiti, che possono con questa moto scoprire da subito le gioie di un viaggio su due ruote. Jennifer Gersch, Product Planning Manager di Harley-Davidson, a questo proposito ha dichiarato:

“Il SuperLow 1200T è una nuova motocicletta guidata dalla voce dei nostri clienti, e dalle loro azioni. Molti motociclisti che cercavano di avvicinarsi al mondo Touring hanno assemblato loro stessi una moto simile a questa. Noi abbiamo aggiunto delle regolazioni ergonomiche e una serie di accessori Touring a una piattaforma già popolare tra i nostri clienti. Possono viaggiare su una moto dall'aspetto straordinario che offre prestazioni e ispira fiducia, vivendo quelle esperienze straordinarie che si possono incontrare solo quando ci si mette in strada.”

Ma ecco più nel dettaglio le caratteristiche essenziali che fanno del SuperLow 1200T una moto con velleità turistiche: come accennato viene dunque equipaggiata di borse laterali con serratura e parabrezza rimovibile da 14 pollici (356 mm) in policarbonato trasparente, che può essere regolato sugli steli della forcella in base all'altezza del conducente. La bulloneria di montaggio delle borse laterali comprende punti di ancoraggio a sgancio rapido che consentono di aggiungere facilmente uno schienale o un portapacchi.

L'ammortizzatore posteriore offre una facile regolazione del precarico per sostenere il peso del bagaglio e di un passeggero. Inoltre, grazie alla sella touring ribassata Reach biposto, la posizione dei piedi del pilota è avanzata di 7.5cm rispetto al SuperLow 883, per rendere più facile raggiungere il terreno e azionare cavalletto laterale.

Le altre caratteristiche, che identificano subito questo modello come appartenente alla grande famiglia Harley-Davidson sono invece la curata verniciatura a tinta unita o a doppia tonalità, i cerchi a cinque razze in alluminio neri e argento con pneumatici touring Michelin Scorcher 11T appositamente progettati per il carico di una moto touring, uno speciale fregio sul serbatoio e un'infinità di cromature.

Il sistema frenante, coadiuvato da ABS, di serie dal 2014 su tutti i modelli Sportster (e optional su Iron 883) utilizza un disco anteriore da 300 mm, una pinza freno anteriore con due pistoncini da 34 mm e pompa anteriore in alluminio ad elevata efficienza. Il diametro del disco freno posteriore è 260 mm con due pistoncini da 38mm e l’intero impianto è dotato di tubazioni in treccia metallica. Di serie anche il sistema di sicurezza H-D Smart con telecomando di sicurezza con sensore di prossimità per l’avviamento senza chiave.

Il SuperLow 1200T verrà introdotto sul mercato nella prima metà del 2014, con un prezzo che parte da 12.800 euro. La scelta di colori comprende il classico Vivid Black, il Candy Orange (a 13.000 euro) e la doppia tonalità Birch White/Midnight Pearl (a 13.300 euro).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO