Walkyrie Motocross Concept by Ivan Storchi

Walkyrie all Eicma del 2005

Ivan Storchi, ripropone la sua Walkyrie, un prototipo di moto fuoristrada avente contenuti innovativi nel motore, nella ciclistica e design presentato la prima volta nell'edizione del 2005, la prima nella nuova sede di Rho, del Salone del Motociclo di Milano (Eicma).

La motocicletta sfrutta un brevetto di invenzione (1999) applicabile ai motori con ciclo a due tempi e valvola rotante. Esso - ci scrive Storchi - aumenta le prestazioni attraverso un semplice ed economico azionamento meccanico che sfrutta le variazioni del motore con cui è possibile ampliare al massimo la resa a tutti i regimi variando fase durata e lunghezza del colletore di aspirazione.

La ciclistica - prosegue il racconto del designer italiano - è stata concepita distaccandosi dall’idea tradizionale di "culla chiusa" liberando prestazioni ottenibili dalla riduzione di peso e dell'aumentata rigidità della struttura, unitamente ad un'economica semplificazione della produzione stessa, stesso discorso per il monoammortizzatore che pur senza il leveraggio mantiene una progressività molto simile a quella standard.

L'estetica invece è una dimostrazione di quanto si può fare anche con specifiche molto limitanti, come ad es. una "base di partenza" obbligata, utilizzando al massimo tutti pezzi originali di un modello prodotto addirittura nel 1992 con relativo design datato, ma che con il giusto approccio e minime ma mirate modifiche può ottenere un risultato completamente diverso, al passo o addirittura che anticipa l’evolversi dello stile, vedi le fiancatine posteriori: una piccola “rivoluzione” che dal 2005 è ripresa su quasi tutti i modelli fuoristrada, dalle marche meno blasonate alle case giapponesi!

Vi abbiamo riproposto il prototipo Walkyrie per far conoscere le capacità del suo ideatore con l'augurio che possa trovare un l'azienda giusta o le persone giuste che gli consentano di realizzare nuovi progetti.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: