ACEM lancia una campagna europea di sicurezza stradale dedicata ai motocicli

Fumetto ACEM

L'ACEM, la federazione europea che riunisce i costruttori di motocicli, ha scelto un fumetto per sensibilizzare i motociclisti e gli scooteristi a evitare i potenziali rischi rappresentati dall’infrastruttura stradale. Fumetto che sarà lanciato a Parigi il 13 ottobre in occasione della Giornata Europea della Sicurezza Stradale organizzata dalla Commissione Europea.

L’obiettivo é quello di sensibilizzare i centauri sui pericoli che scaturiscono dalla conformazione della strada stessa. La campagna sviluppata insieme a istruttori di guida moto si compone di una serie di tredici episodi che saranno pubblicati mensilmente. Ogni episodio tratterà uno specifico fattore di rischio e fornirà consigli e suggerimenti sul miglior modo di affrontarlo.

Secondo la ricerca MAIDS1 l’8% degli incidenti è causato dall’infrastruttura stradale. Le cattive condizioni di molte strade d’Europa (troppe, ndr) e il fatto che i due ruote siano spesso esclusi dai piani di mobilità sono le cause principali di questa situazione. Grazie alle informazioni contenute nel fumetto questa campagna aiuterà coloro che utilizzano il due ruote a prendere decisioni migliori e a ridurre il rischio di incidenti.

Nel 2006 l’ACEM ha pubblicato un manuale tecnico nell’ambito del suo Piano d’Azione sulla Sicurezza Stradale che recava delle linee guida per la realizzazione di infrastrutture che tenessero conto dei due ruote. Pubblicazione frutto della collaborazione con ingegneri specializzati, destinata principalmente a tecnici, urbanisti, amministratori e costruttori e contenente preziosi consigli anche per i motociclisti.

Il fumetto può essere scaricato dal sito www.acem.eu/cartoon. Dopo la pubblicazione del primo numero sugli incroci, i prossimi episodi riguarderanno gli oggetti pericolosi lungo i margini stradali, le diverse tipologie di manti stradali, la presenza di benzina e altri liquidi, le superfici stradali danneggiate e/o riparate
inadeguatamente, i sistemi di rallentamento della velocità concepiti male, la guida notturna, le misure contro
neve e gelo, la presenza di detriti, le isole spartitraffico mal progettate, le superfici metalliche e colorate, e, a
conclusione della serie, come affrontare le curve pericolose.

L’industria motociclistica ribadisce con questa iniziativa il suo impegno verso la sicurezza stradale. L’ACEM é tra i firmatari della Carta Europea della Sicurezza Stradale, il cui obiettivo é di ridurre del 50% il numero delle vittime di incidenti stradali entro il 2010.

Jacques Compagne, Segretario Generale dell’ACEM: "Il crescente contributo dei motocicli alla mobilità in Europa richiede specifiche politiche di sicurezza stradale. Con questa campagna i costruttori di motocicli si assumono per propria iniziativa la loro parte di responsabilità rafforzando il loro impegno al raggiungimento degli obiettivi della Carta Europea della Sicurezza Stradale. Tuttavia, per essere efficaci, le politiche di sicurezza stradale devono essere basate sul concetto di approccio integrato che si uniscono anche alle azioni del legislatore e dell’utente."

L’ACEM é la federazione rappresentativa delle imprese costruttrici di motocicli in Europa, formata da 15 associazioni nazionali di 13 paesi europei, e da 11 case costruttrici che producono un totale di 26 diversi marchi di motociclette, scooter e ciclomotori. ANCMA-Confindustria é tra i soci fondatori e sostiene l’iniziativa in Italia.

via | ACEM

Grazie a steppenwolf per la segnalazione

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: