Pirelli Diablo Rosso, un diavolo per amico

Test Pirelli Diablo Rosso

Continua incessante lo sviluppo e la rincorsa al miglioramento delle prestazioni dei pneumatici del gruppo Pirelli, un miglioramento che segue l’inevitabile sviluppo delle moto (in particolare delle sportive) che con il loro aumento di cavalli e coppia motrice mettono facilmente alla prova il grip e la trazione garantita dai pneumatici.

Viene da chiedersi a volte però se tale sviluppo sia realmente avvertito dell’utente standard perché i limiti concessi dalle coperture di ultima generazione è già talmente elevato che indagarne sugli effettivi limiti diventa una pratica riservata a pochi motociclisti, per lo più piloti esperti e molto veloci.

Per contro non possiamo che ricordare che un aumento del grip e delle performance di aderenza in ogni condizione come quello introdotto dai nuovi Diablo Rossi rappresenta una importantissima riserva di sicurezza per tutti i motociclisti che possono così assicurarsi un buon margine di aderenza sempre utile nelle situazioni più impreviste, fin troppo frequenti purtroppo proprio nell’utilizzo stradale.

Test Pirelli Diablo Rosso
Test Pirelli Diablo Rosso
Test Pirelli Diablo Rosso

I ragazzi della Pirelli dalla loro parte continuano così “a viziarci” poiché non appagati dalle già eccellenti qualità del Diablo standard introducono un ulteriore innovazione nel settore pneumatici grazie al nuovissimo Diablo Rosso. Questo pneumatico andrà per l’appunto a sostituire il Diablo standard, apparso sul mercato nel 2002 e che da allora ha segnato un riferimento indiscusso per la categoria e un compagno fidato per i migliaia di motociclisti che lo hanno utilizzato con soddisfazione. Il precedente Diablo ha segnato un salto importante per il prodotto stradale sportivo di Pirelli che su questo ha poi redatto tutta la
nuova linea di prodotti più sportivi.

L’innovativo disegno del battistrada è lo stato dell’arte della tecnologia FGD (Functional Groove Design), che garantisce all’intero set un’eccellente performance sull’asciutto ed un ottimo controllo su superfici bagnate. Il profilo anteriore è progettato per ottimizzare l’area di contatto a qualsiasi angolo di piega, e dare il migliore bilanciamento tra un comportamento veloce e lineare in curva e un’eccezionale maneggevolezza. Mentre il profilo del pneumatico posteriore garantisce un’impronta a terra ottimale per sostenere la moto sul dritto, ai medi angoli di piega, cosi come a quelli più estremi.

Il profilo del pneumatico anteriore coordinato a quello posteriore consente di disegnare traiettorie molto precise ad ogni angolo di piega mantenendo un comportamento prevedibile e una sensazione di sicurezza in tutte le condizioni di. Proprio il contact feeling in inserimento di curva e in frenata è quello che più colpisce del nuovo pneumatico che abbiamo avuto modo di confrontare anche con il precedente Diablo standard.

La capacità di “sentire il grip” da parte del pilota permette di fidarsi della gomma e mantenere un ritmo elevato senza eccessivi vincoli mentali. Ma se l’anteriore stupisce per stabilità in frenata e inserimento il posteriore aiuta molto nell’aumentare la precisione di guida che diventa probabilmente uno degli aspetti salienti del Diablo Rosso, unita alle performance di tenuta e grip quando si riapre il gas.

Il set di Diablo Rosso entra velocemente in temperatura anche con climi esterni un pò rigidi, ma anche stressando i pneumatici in pista si fa molta fatica a trovare il limite di tenuta del posteriore anche aprendo con decisione l’acceleratore a moto ancora piegata. Limite che si riesce a toccare con le 1000 sportive aprendo il gas a moto ancora inclinata, mentre invece con le moderne 600cc si riesce a utilizzare il pacchetto moto-pneumatici senza remore in pista anche forzando gli inserimenti e le uscite di curva nella ricerca del miglior tempo sul giro, questa senza mai avvertire dei particolari limiti nel grip fornito dai pneumatici.

Test Pirelli Diablo Rosso
Test Pirelli Diablo Rosso
Test Pirelli Diablo Rosso

Il progetto della struttura del Diablo Rosso è finalizzato a massimizzare l’area di contatto ad ogni angolo di piega e ad ogni velocità in termini di area, forma e pressione, supportando il battistrada a raggiungere un livello di grip e di stabilità assoluti. Proprio su strada si possono valutare molti dei benefici, poiché anche su fondi imperfetti o in condizioni di bagnato si possono utilizzare delle potenti moto sportive o delle naked di grande cilindrata dotate di coppie motrici considerevoli.

Ricordiamo infatti che l’uso di pneumatici in mescola spesso su strada può diventare controproducente a causa di una minore stabilità sul veloce (causata da profili più appuntiti del battistrada) e legata a temperature di riscaldamento a volte più elevate e spesso poco compatibili con le temperature e le sollecitazioni rilevate su strada.

Tecnologia EPT
La tecnologia EPT (Enhanced Patch Technology) è l’ultima innovazione sviluppata e brevettata da Pirelli per mettere la moto in straordinario contatto con la strada. Grazie a questa tecnologia EPT Diablo Rosso mette a terra una maggiore impronta con straordinari risultati in termini di grip, stabilità e sicurezza. Questo risultato è raggiunto ottimizzando il profilo, il disegno battistrada e la distribuzione delle forze all’interno dell’area di contatto.

L’incremento medio del 5% dell’ area di contatto (oltre 3 cm2) rispetto al Diablo permette al Diablo Rosso di offrire livelli prestazionali impensabili finora su un prodotto stradale. Infatti i pneumatici lavorano grazie all’area di contatto a terra. Un miglioramento del comportamento dell’area di contatto ed un suo ampliamento, porta infatti benefici di gran lunga superiori se paragonati al miglioramento di qualsiasi altro singolo elemento, come ad esempio la mescola.

Famiglia Diablo
La attuale famiglia Diablo è ora composta da quattro prodotti: la versione Diablo Strada totalmente stradale e adatta ad un uso stradale perfetto anche con temperature basse o fondi bagnati. Il passaggio successivo è ora il Diablo Rosso (che sostituisce il Diablo standard) perfetto su moto sportive e naked di alte prestazioni ideale per un utilizzo che preveda un 70% su strada e un 30% in pista dove comunque riesce a fornire prestazioni molto elevate.

Il passaggio successivo è il Diablo Corsa III un pneumatico con mescola differenziato ideale per un uso misto 40% strada e 70% pista. Al top della famiglia Diablo troviamo invece il Diablo Supercorsa nelle varie mescole SC1,2,3,4 che è il pneumatico ideato per un uso estremo in pista e viene consigliato per utilizzo 10% strada e 90% pista.

Misure

Pirelli

i prezzi saranno allineati a quelli dei precedenti Diablo standard

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: