SBK Navarra: Razgatlioglu raggiunge Rea in classifica, Redding si porta a -38. Le dichiarazioni

Le dichiarazioni dei tre protagonisti del weekend di Superbike, sul circuito spagnolo di Navarra: Razgatlioglu, Rea e Redding

Dopo due terzi posti sul tracciato di Navarra, alle spalle di Redding e Rea, Toprak Razgatlioglu conquista la terza e ultima gara del weekend spagnolo del Mondiale Superbike.

Il turco, così, tocca quota 311 punti e raggiunge Rea in cima alla classifica generale. Mentre il ducatista si porta a 38 lunghezze dalla vetta.

 

Gran lavoro, dunque, di Yamaha, nel sostenere un Razgatlioglu così in forma che, comunque, mantiene la testa sulle spalle:

“Oggi sono semplicemente concentrato sulla vittoria. Sono in testa alla classifica ma sono sempre concentrato su gara per gara. Ci proverò di nuovo nella prossima gara, sono di nuovo in lotta. Questo weekend per me non è stato facile ma ogni gara lotto per delle buone posizioni. È stata una vittoria importante”.

Il non più leader solitario del Mondiale Superbike, Jonathan Rea, non sembra turbato da questo finale in Spagna:

“Il Campionato è combattuto. Siamo a pari punti e mancano sei Round. Ci dimenticheremo di questa prima parte di stagione. Inizieremo un Campionato di sei Round, questa sfida è entusiasmante e vedremo cosa possiamo fare. Ci concentreremo semplicemente su noi stessi. Mancano ancora tante gare, in ogni weekend nel WorldSBK sono previste tre gare. In base a come va il fine settimana puoi vincere o perdere tanti punti. Non penso che conti un solo Round. In questa stagione ho commesso i miei errori e ne ho pagato le conseguenze ma ora siamo in parità”.

Infine, c’è Scott Redding, fresco di firma con BMW per la stagione 2022, certo che siano più i suoi avversari a subire la pressione:

“Tutti praticamente mi avevano tagliato fuori dai giochi ma questo non mi infastidisce. Alla fine se vinco, benissimo. Altrimenti avrò dato tutto quello che ho. Proverò sempre a fare del mio meglio per portare a casa il massimo. Voglio semplicemente farlo un po’ più facilmente. Devo smettere di forzare la situazione, la pressione è su di loro. Non su di me. Al momento loro due si preoccupano più l’un dell’altro che di me. Posso soltanto crear loro dei problemi dato che ho un distacco che devo colmare. Se uno di loro due commetterà un errore io mi avvicinerò e per loro sarà più dura. Io in pratica ho una gara di distacco e quindi ho bisogno di tempo per tornare in gioco. Ma se commetto un errore non sarò così vicino. Adesso sono abbastanza rilassato. Vedremo. Continuerò a tenere alta la pressione, provando a restare costante dato che la costanza delle prestazioni è la chiave”.

I tre si daranno appuntamento al prossimo round del Mondiale Superbike, che si svolgerà in Francia, sul circuito di Magny-Cours, nel weekend compreso fra il 3 e il 5 settembre.

Fonte: Worldsbk.com

Ultime notizie su Superbike

Cronaca, live timing e live blogging della gare Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 riservato alle moto derivate dalla serie. Superbike 2019 - calendario 1- Australia – Phillip Island Grand Prix [...]

Tutto su Superbike →