Bradley Ray in Superbike con Motoxracing Yamaha

Il campione 2022 della British Superbike correrà la prossima stagione in SBK con il team italiano: “Sono impaziente di iniziare.”

La sensazionale stagione di Bradley Ray nella British Superbike, culminata con la vittoria del prestigioso titolo nazionale, ha fatto guadagnare al venticinquenne inglese la promozione nel mondiale Superbike nel 2023. Nella prossima annata Ray avrà quindi l’opportunità di mostrare il suo talento sulla scena iridata con la R1 del team Yamaha Motoxracing, ma solo nei round europei previsti dal calendario. La sua avventura inizierà infatti nel terzo round del campionato, ad Assen.

L’ingaggio di Ray conferma l’intenzione di Yamaha di potenziare e rinverdire il suo impegno nel mondiale Superbike, evidenziata nelle ultime settimane dagli ingaggi dell’ex-MotoGP ed iridato Moto2 Remy Gardner e del campione Supersport e MotoE Dominique Aegerter per il team GRT insieme a quella di Lorenzo Baldassarri nel team GMT94. L’ex-iridato Toprak RazgatliogluAndrea Locatelli sono i piloti confermati del team ufficiale.

Ray ha vinto il titolo BSB collezionando 9 vittorie e altri 14 podi. Dopo qualche buona stagione con Suzuki e BMW, l’inglese ha debuttato quest’anno su una R1, quella del team indipendente independent RICH Energy OMG, brillando già dai test prestagionali prima di andare a dominare la stagione e conquistare un titolo su cui in pochi avrebbero scommesso alla vigilia.

Per Ray non si tratta comunque del suo debutto assoluto in Superbike, anche se la sua esperienza precedente è minima: l’inglese partecipò come wildcard al round di Donington della Superbike 2018 con Suzuki conquistando anche qualche punto.

Bradley Ray in Superbike: “Era il mio sogno”

La stagione memorabile appena vissuta è comunque già alle spalle. Le motivazioni di Bradley Ray per il prossimo anno sono già alle stelle:

“Dopo quello che è stato un incredibile anno di debutto con la Yamaha R1 in BSB,  con 9 vittorie e 23 podi e il titolo di campione, sono felicissimo che la Yamaha mi abbia premiato con questa opportunità per fare il passo successivo con il Team Yamaha Motoxracing.”

“Ho sognato di diventare Campione del Mondo Superbike sin dal mio debutto nelle gare a tre anni e sono fin troppo consapevole che non sarebbe stato possibile riuscirci senza il supporto di una casa come Yamaha e del team che ho intorno a me. Sono impaziente di iniziare e spero di seguire le orme dei tanti piloti britannici di successo nel campionato. È ora di prendere di mira il prossimo titolo, passo dopo passo!”

Sandro Carusi: “Contento di accogliere Bradley nel nostro team”

Sandro Carusi, Team Principal del Yamaha Motoxracing WorldSBK Team, ha espresso soddisfazione per l’ingaggio del talento britannico:

“Sono molto contento di accogliere Bradley nel nostro Team e che Yamaha ci abbia scelto per seguirlo nel suo esordio nel mondiale Superbike. Sono convinto che insieme potremo fare un ottimo lavoro. Ringrazio Yamaha per il supporto che ci ha concesso e soprattutto per la fiducia che ha riposto in noi, dopo un solo anno in SBK”.

Ultime notizie su Superbike

Cronaca, live timing e live blogging della gare Campionato Mondiale Motul FIM Superbike 2019 riservato alle moto derivate dalla serie. Superbike 2019 - calendario 1- Australia – Phillip Island Grand Prix [...]

Tutto su Superbike →