Bimota KB4 e KB4 RC 2022

Lo storico marchio riminese era presente a EICMA 2021 con la nuova KB4 e la sua versione naked KB4 RC, entrambe in arrivo nelle concessionarie nel 2022.

Dopo avercela fatta vedere in forma prototipale nel corso della precedente edizione, Bimota si è presentata quest’anno al Salone EICMA di Milano con la versione definitiva della sua nuova KB4 accompagnata un po’ a sorpresa anche dalla sua versione naked, chiamata KB4 RC (dove RC sta per Racer Cafè). Entrambi i modelli erano infatti in esposizione presso lo stand di Kawasaki, casa che nel 2019 ha acquisito il 49,9% del capitale della casa riminese (e il restante 50,1% rimasto agli svizzeri Chiancianesi e Longoni).

La principale differenza tra le due consiste infatti nella carenatura in fibra di carbonio che avvolge la KB4, che contribuisce a contenere il dato del peso in ordine di marcia a 194 kg in ordine di marcia (lo stesso dato non è però stato ufficializzato per la RC). In termini di design sono invece accomunate dall’originale sistema di raffreddamento ad alta pressione con il radiatore piazzato tra sella e ruota posteriore, dai grossi convogliatori dell’aria laterali, dal sofistico display TFT montato su un elemento in fibra di carbonio e dalla sella in pelle.

 

Come facile intuire, la KB4 e la KB4 RC condividono in larghissima parte la stessa architettura tecnica a cominciare dal motore, ovvero il 4-in linea Euro-5 da 1.043 cc, distribuzione con doppio albero a camme in testa e cambio a 6 marce che già equipaggia la Kawasaki Ninja 1000SX. Questo propulsore è accreditato dal costruttore di una potenza di 142 CV a 10.000 giri/minuto e 111 Nm di coppia a 8.000 giri/min, ma anche tutta la sua gestione elettronica proviene da Akashi e comprende ABS, Traction Control, Cruise Control e Quick-Shifter.

La ciclistica di entrambe sfrutta un telaio a traliccio fissato sulla parte anteriore del motore, che fa quindi da elemento portante e si connette tramite piastre ricavate dal pieno anche al lungo forcellone in lega.

 

L’intero reparto sospensioni è gentilmente fornito da Ohlins nella forma di una forcella FGRT 43 NIX30 all’anteriore e un ‘mono’ TTX 36 al posteriore, entrambi ampiamente regolabili, mentre quello frenante è opera di Brembo, con 2 dischi da 320 mm davanti morsi da pinze a 4 pistoncini davanti e disco da 220 mm con pinze a 2 pistoncini dietro. Decisamente intriganti i cerchi forgiati a 5 razze da 17″, accoppiati a coperture Diablo Rosso III della Pirelli.

Dopo l’impressionante Tesi H2, le nuove KB4 e KB4 RC sembrano confermare la solidità del nuovo binomio Bimota-Kawasaki che si spera riporterà in alto il marchio italiano dopo anni difficili. Entrambi i modelli dovrebbero debuttare sul mercato il prossimo anno a prezzi ancora da stabilire, ma che in entrambi i casi ci stupiremmo di vedere sotto i 30.000 Euro.

Bimota KB4 2022 | Gallery Fotografica

Bimota KB4 RC 2022 | Gallery Fotografica

Ultime notizie su Anticipazioni

Anticipazioni dal mondo delle due ruote con le ultime indiscrezioni, le interviste dei dirigenti, le tendenze del mercato, i rumors, le novità dei saloni moto.

Tutto su Anticipazioni →