Moto2, al via il Triumph Triple Trophy

Si tratta di una sorta di trofeo "interno" istituito da Triumph nell'alveo del Mondiale Moto2: in palio c'è una Street Triple RS

Il 2020 sarà il secondo anno di Triumph nelle vesti di motorista unico per il Mondiale Moto2: per questo il costruttore britannico ha deciso di istituire, nell'alveo della middle class, una sorta di trofeo parallelo chiamato Triumph Triple Trophy. Lungo tutto il Campionato la Casa di Hinckley stilerà una classifica basata sul numero di pole position, giri veloci e record di velocità massima in gara: al termine della stagione il vincitore sarà premiato con una Street Triple RS, la moto che "dona" il suo tricilindrico ai prototipi della Moto2.

"Siamo davvero orgogliosi di quanto abbiamo ottenuto l'anno scorso in Moto2, ma non riposeremo sugli allori" spiega Steve Sargent, responsabile prodotto del brand inglese "Abbiamo lavorato duro nell'inverno sfruttando i dati accumulati per un'intera stagione, e come abbiamo già visto quest'anno è iniziato con nuovi record sul giro, battendo quelli stabiliti lo scorso anno con i nostri motori, e con tanti nuovi piloti che hanno fatto la loro apparizione ai vertici delle classifiche. Il che significa che lo spettacolo sarà ancora migliore quest'anno. Non vedo l'ora che il semaforo si spenga, domenica...". "Con il nuovo ‘Triumph Triple Trophy offriamo ai piloti la possibilità di vincere, a fine anno, una Triumph Street Triple RS, la moto di serie spinta dal tre cilindri da 765 cc che è la base per la nostra Moto2 ha concluso "E la nostra versione RS, top di gamma, è perfettamente adatta sia all'uso in strada che in pista".

  • shares
  • Mail