Dakar 2013: il video della presentazione dell’Husqvarna Rallye Team by Speedbrain

L’Husqvarna Rallye Team by Speedbrain che parteciperà alla Dakar 2013 è stato ufficialmente presentato a inizio mese presso la sede dell'azienda di Biandronno (VA). Saranno quattro i piloti che avranno il compito di portare al successo la Husqvarna TE449RR by Speedbrain nel prestigioso raid sudamericano: lo spagnolo Joan Barreda (già vincitore del recente Rally dei Faraoni e secondo classificato al Rally del Marocco), l'italiano Alessandro Botturi (miglior debuttante alla Dakar 2012), il portoghese Paulo Goncalves e l’australiano Matt Fish.

Le dichiarazioni di Botturi e del coordinatore delle attività sportive di Husqvarna Martino Bianchi possono essere ascoltate nel video in apertura di questo post, mentre questi sono stati i commenti degli altri alfieri della squadra in vista dell'imminente, importantissimo evento:

Joan Barreda: "Penso che a questo punto l'obiettivo del team sia lottare per la vittoria. Nel Rally dei Faraoni e nel Rally del Marocco abbiamo avuto la possibilità di confrontare il potenziale della moto e del team con gli altri, e penso che siamo sulla buona strada. La prossima gara sarà la Dakar, che è l'evento più importante dell'anno, e credo che ormai siamo pronti per la battaglia."

Paulo Goncalves: "Adesso sono davvero felice perchè sappiamo che in questo momento abbiamo una moto davvero buona: abbiamo tutto quello che ci serve per lottare per il podio della Dakar. Abbiamo lavorato molto in questa stagione, ma alla fine il risultato sembra buono: la moto è molto veloce e affidabile, e lo abbiamo visto anche quest'anno nel campionato crosscountry rally, durante il quale non abbiamo avuto nessun problema tecnico. Siamo molto fiduciosi per la Dakar."

Matt Fish: "Sono assolutamente super-entusiasta all'idea di andare alla Dakar per la prima volta. Il mio obiettivo è aiutare il più possibile i ragazzi e fare di tutto affinchè la squadra alla fine arrivi sul podio. Il mio punto forte è la tenacia, perchè puoi vincere la Dakar nei giorni in cui va tutto bene così come puoi perderla nei giorni in cui va tutto male, ma l'importante è continuare ad avanzare, senza badare a quanto la situazione possa essere difficilie, ed farsi trovare pronti il giorno successivo."

  • shares
  • Mail