Magny-Cours, Bautista: "Voglio essere competitivo"

Lo spagnolo della Ducati prova ad evitare la festa iridata di Rea in Francia: "Dobbiamo cercare di ridurre il divario da Jonathan"

Dopo aver ufficializzato in settimana i piani per il suo futuro con l'annuncio del passaggio in Honda - di cui comunque si vociferava da tempo - Alvaro Bautista (Aruba.it Racing - Ducati) è pronto ad affrontare il weekend della Superbike a Magny-Cours nell'intento di annullare il primo match-point iridato di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), che proprio in Francia avrà la prima possibilità di conquistare matematicamente il suo 5° titolo consecutivo.

Purtroppo per il 34enne rookie spagnolo, il Circuit de Nevers di Magny-Cours è per lui una pista pressoché sconosciuta che, a differenza di altri tracciati per lui inediti nel calendario della Superbike, non lo ha mai visto scendere in pista in precedenza nemmeno per un test.

Come se ciò non bastasse, il valenciano non si è ancora completamente ripreso dall'infortunio alla spalla sinistra rimediato a Laguna Seca, che comunque non gli ha impedito di tornare alla vittoria nella Gara-2 del precedente round di Portimao.

Nonostante la situazione, Bautista è deciso a fare il possibile per onorare il finale di stagione in sella alla Panigale V4 R (moto con cui ha conquistato 15 vittorie in stagione) e, possibilmente, impedire che l'attuale divario in classifica da Rea, di 91 lunghezze, arrivi alla "fatidica" quota di 124 punti al termine del weekend francese, divario che certificherebbe la vittoria del titolo da parte dell'asso nord-irlandese.

A pochi giorni dal ritorno in pista, lo spagnolo ha ribadito la sua intenzione di dare il massimo per Ducati nell'appuntamento di Magny-Cours (clicca qui per orari e copertura TV):

"La mia spalla è molto migliorata rispetto a Portimao, quindi vedremo subito come mi sentirò una volta sceso in pista. Penso che non avrò problemi a guidare, ma sarà molto importante per me riuscire a familiarizzare velocemente con questo tracciato per me nuovo, facendo molti giri e memorizzandone alle svelta il layout."

"L'obbiettivo è quello di essere competitivi in gara per cercare di ridurre il più possibile il divario con Jonathan. Sono pronto per affrontare questo fine settimana e spero anche di godermi questo nuovo tracciato."

  • shares
  • Mail