Drag Legend 900 by Mr Martini

Partecipare alle gare di sprint race. Questa la richiesta di un cliente del celebre atelier di Mr Martini soddisfatta a partire da una Triumph Legend 900, la meno potente della gamma di propulsori T300, ma l’ideale per essere modificata radicalmente per raggiungere tale scopo.

La moto è stata alleggerita grazie ad un intervento al serbatoio, al taglio della parte posteriore del telaio e all’inserimento di una struttura a sbalzo per sostenere il codino con la sella monoposto. Il codino incorpora tutto l’impianto elettrico composto dalla batteria, dalla centralina e dalla scatola dei fusibili. Un impianto elettrico veramente minimale in quanto sono state eliminate le luci anteriori e posteriori, inutili tra i cordoli in pista.

Il cupolino del frontale ne sottolinea l’indole corsaiola, mentre tutta la ciclistica è stata presa in prestito da una Suzuki GSXR con cerchi in lega, un inedito impianto frenante a doppio disco, originariamente ne montava solo uno, e una forcella a steli rovesciati.

Il motore è stato completamente rivisto, con la sostituzione degli alberi a cammes, con un intervento sulla centralina e sull'accensione, con una modifica alla carburazione e, infine, con un nuovo sistema di scarico. Modifiche che hanno incrementato la potenza del propulsore di circa il 30% passando dai 70 CV iniziali a ben 90 CV.

  • shares
  • Mail